martedì 31 maggio 2016

Acclimatamento: pericolo sopra i 2500 metri

L'acclimatamento è una forma di adattamento che un organismo attua in risposta a variazioni dell'ambiente (variazioni stagionali, condizioni climatiche variate, quali l'altitudine e la temperatura).

Molte piante e animali possono acclimatarsi a variazioni ambientali anche notevoli, specialmente se non sono drastiche, e dunque permettono un adattamento graduale. Ad esempio la pianta di pomodoro può resistere anche a temperature relativamente basse, se ha il tempo di adattare il suo organismo (modificando il contenuto di acqua e zuccheri).

Numerosi animali hanno cicli di acclimatamento che seguono le stagioni: le pecore ad esempio hanno una notevole crescita di pelo nelle stagioni fredde.
Naturalmente anche l'uomo è soggetto ad acclimatamento, specialmente nei casi in cui è costretto a vivere per alcuni periodi in ambienti critici come l'alta montagna

Acclimatamento per quote elevate

Nell'ambito dell'alpinismo, il termine acclimatamento identifica la procedura seguita dall'alpinista per abituarsi alle quote elevate, specie al di sopra dei 4.000 metri di altitudine, ed evitare i disturbi tipici del mal di montagna, i quali possono portare, nei casi più gravi, all'insorgere dell'edema polmonare o cerebrale. 

Fabrizio Savani: "Ecco perché ho lasciato la maggioranza" - M5S Parma

 Lo dice subito nelle prime righe, Fabrizio Savani, consigliere passato ieri dalla maggioranza a 5 stelle alla minoranza a 5 stelle: "Esco dal gruppo di maggioranza composta da “cittadini prestati alla politica” perché sono convinto che non abbia saputo o non abbia voluto rispettare le promesse elettorali e il ruolo di portavoce attribuitogli dal Movimento 5 stelle che voleva distinguersi dai tradizionali partiti attraverso un nuovo modello di fare politica. Esco dalla maggioranza in quanto non mi sento più parte di questo gruppo e rivendico la mia coerenza verso le mie battaglie, verso il programma elettorale.

Lo spiega punto per punto, Savani, che ieri ha lasciato i suoi ex colleghi a bocca aperta, o sogghignanti, e ha annunciato (in realtà lo ha fatto il ritrovato collega Mauro Nuzzo) la formazione di una minoranza col nome del Movimento ed è stato immediatamente sostituito nelle commisioni di cui faceva parte, tra cui la Commissione Ambiente che presiedeva.

Ed ecco i punti toccati da Savani.

Il debito pubblico
"Con la nostra inerzia abbiamo lasciato che il debito venisse pagato dai cittadini.
Avevamo promesso l’Audit pubblico del debito e abbiamo fatto il contrario.
Federico Pizzarotti in campagna elettorale aveva dichiarato: <<Un altro obiettivo è quello di individuare responsabilità civili e penali di chi ha distrutto Parma e chiederemo ai componenti di “Audit del debito” (Comitato cittadino) se sono disponibili a collaborare con la nostra amministrazione per il bene della città; parallelamente avremo persone esperte e competenti per rilanciare l’occupazione tramite i nostri piani frutto dell’innovazione tecnologica.>>

Ingegner Dinulescu e la Cupola Geodetica: la casa del futuro alternativa ed ECONOMICA

L' ingegnere meno Alexander Dinulescu, 36 anni, ha approfondito il lavoro del celebre architetto americano Buckminster Fuller, conosciuto come il padre delle cupole geodetiche, per la progettazione di un modello di alloggio alternativo per coloro che cercano una casa a prezzi economicamente accessibili. Le cupole geodetiche sono strutture emisferiche che si basano su geometrie semplici che, intersecandosi tra loro, formano elementi triangolari. Vediamone un esempio.

Il "cuore" della cupola geodetica è un sistema di connettori metallici brevettati e appositamente progettati per superare gli standard di sicurezza e resistere a lungo senza deformarsi.

La struttura si caratterizza per essere stabile e resistente, oltre ad inserirsi armonicamente nel paesaggio circostante

La sua costruzione è più economica perché non richiede travi né colonne e, quindi, il 40% in meno dei materiali tradizionali utilizzati per costruire una casa ordinaria. Il costo per metro quadrato è di circa 400 euro. Inoltre, ha il vantaggio di poter essere montata rapidamente e in modo facile da una squadra di quattro persone, con tempi che vanno dai 15 giorni a un mese, a seconda delle dimensioni della cupola.

La sua forma consente all'aria e al calore di circolare uniformemente all'interno, riducendo così i costi di riscaldamento fino all'80%. Le case circolari così ideate sono fresche d'estate e calde d'inverno.

PD servo delle banche attacca le monete complementari della Raggi

Roma, Raggi: "Utilizzare moneta complementare e baratto parziale" Il Pd attacca: "Ridicolo"

La candidata del M5S: "Stiamo studiando Sardex, un circuito che già esiste in Sardegna". E la dem Bonaccorsi replica: "Altro che decrescita felice, il Movimento 5 stelle riporta indietro Roma"

"Promuovere l'uso di "monete complementari" per favorire i piccoli negozi che più soffrono la crisi, attraverso un sistema di buoni sconto, basato sullo scambio di servizi, in pratica una sorta di "baratto parziale". La proposta del candidato sindaco di Roma per M5s Virginia Raggi fa discutere.  "Stiamo studiando Sardex ", il circuito di 'moneta complementarè che già esiste in Sardegna, e "il Tibex che riprendendo il modello di Sardex è già attivo a Roma e nel Lazio. Con Sardex - ha spiegato Raggi durante un forum all'Ansa - si crea un circuito virtuoso tra imprese che lavorano in un territorio e che scambiano servizi tra loro".

venerdì 27 maggio 2016

Renzi arriverà spompato al voto sul referendum costituzionale?

Risalire nei sondaggi, colpire per primo e saturare le tv. Ma partendo con la rincorsa così lunga rischia di arrivare spompato e le sue argomentazioni alla lunga potrebbero annoiare

Alle Comunali mancano appena 11 giorni, al referendum costituzionale ancora 5 mesi. Eppure, curiosamente, Renzi fa già campagna per il «sì» e trascura l’altra partita, dove sono in ballo i sindaci di Roma e Milano, Napoli e Torino... Viene da domandarsi il perché. Come mai Renzi si concentra sul voto di ottobre quando c’è ancora un’estate di mezzo? Non sarà per caso troppo presto? 

Una dannata fretta di rimontare
I sondaggisti, gli «spin doctor», gli strateghi del voto sono tutti concordi: il premier fa bene, dal suo punto di vista è la scelta migliore. Perché nelle ultime rilevazioni prima del «black out» elettorale tirava una brutta aria per il «sì», i favorevoli alla riforma Boschi erano nettamente meno dei contrari. Renzi ha urgenza di rimontare prima che il divario diventi incolmabile.

Sopra i 2500 metri si rischia di morire x diminuzione di ossigeno: il mal di montagna

Il mal di montagna (AMS o acute mountain sickness per gli anglosassoni) è una condizione patologica causata dal mancato adattamento dell'organismo alle grandi altitudini, in particolare dovuta alla più bassa pressione atmosferica che determina una ridotta presenza di ossigeno nell'organismo generando uno stato di generale ipossia. Generalmente si verifica al di sopra dei 2.500 metri s.l.m.. Si tratta di una condizione minacciosa che, nei casi più gravi, se non tempestivamente e opportunamente trattata può anche essere letale.

Soggetti diversi hanno differente suscettibilità al mal di montagna. Per alcuni soggetti i sintomi iniziano a comparire al di sopra dei 1500 m s.l.m. Diete ad alto contenuto di carboidrati possono fornire un sollievo sintomatologico. I carboidrati sono in grado di garantire un apporto di energia ed ossigeno maggiore di quanto non facciano i lipidi.

La plastica biodegradabile si dissolve solo a 50 gradi

La ricercatrice dell'Unep: il materiale si dissolve soltanto a temperature di 50 gradi. Cosa che non accade negli oceani

BOTTIGLIE e sacchetti in plastica biodegradabile non sono meno pericolosi degli altri, perché il materiale, in realtà, si degrada difficilmente nell'ambiente, soprattutto in mare. Lo ha denunciato il capo dei ricercatori dell'UNEP, l'agenzia dell'Onu per l'ambiente, in una intervista al quotidiano britannico Guardian, in occasione dell'Assemblea Onu dell'Ambiente a Nairobi.

La plastica biodegradabile "è piena di buone intenzioni, ma è sbagliata - ha detto al Guardian Jacqueline McGlade, che guida il team di scienziati dell'UNEP -. Tanta plastica etichettata come biodegradabile, come i sacchetti per la spesa, si dissolve soltanto a temperature di 50 gradi, il che non avviene negli oceani". Molti oggetti inoltre, aggiunge McGlade, "non sono galleggianti, così affondano e non vengono esposti ai raggi UV, che dovrebbero dissolverli".

Giuseppe Costanza, l'autista di Giovanni Falcone: un testimone scomodo

Quel giorno, il 23 maggio 1992, era dentro l’auto guidata da Giovanni Falcone che è saltò in aria con il tritolo, eppure da quel giorno Costanza ha subito una sorta di emarginazione, pochi lo ricordano come vittima. Giuseppe Costanza è stato l’autista di Falcone per 8 anni, l’unico autista di Falcone dal 1984 al 23 maggio 1992.

Sole di mezzanotte: periodo migliore per godersi lo spettacolo nel nord Europa

Avete mai sentito parlare del sole di mezzanotte? Tutto questo avviene in Islanda, Finlandia, Svezia, Norvegia. Russia...



 Andare a dormire quando il sole splende ancora, approfittare della luce solare per leggere un libro se soffrite di insonnia. Qual è il periodo migliore per godere di questa meraviglia?

sabato 21 maggio 2016

Il documentario COWSPIRACY integrale


Stupende São Tomé e Príncipe: le canarie verdi all'equatore

São Tomé e Príncipe è un piccolo stato indipendente e arcipelago al largo dell'Africa centro-occidentale, composto da due isole maggiori del golfo di Guinea, São Tomé e Príncipe, poste a 140 km di distanza una dall'altra, e situate rispettivamente a circa 250 e 225 km dalla costa nord-occidentale del Gabon, e da 7 isole più piccole.



Tutte queste isole fanno parte di una catena montuosa vulcanica estinta. La piccola Ilheu das Rolas, a soli 2 km a sud dell'isola di São Tomé, è collocata esattamente sull'Equatore.





São Tomé, l'isola meridionale e più grande, è collocata quasi esattamente sull'Equatore. Prende il nome da San Tommaso, al quale era dedicato il giorno in cui venne scoperta dagli esploratori portoghesi.



Il nome ufficiale della nazione è Repubblica Democratica di São Tomé e Príncipe.
È il più grande tra i microstati del mondo.



Colonizzazione portoghese
Prima dell'arrivo dei Portoghesi (avvenuto fra il 1469 e il 1471), le isole di Annobon, São Tomé e Príncipe erano disabitate. La scoperta delle isole è avvenuta da parte dei portoghesi João de Santarém e Pêro de Escobar tra il 1470 e il 1471. Cambiò il suo nome in isola del Principe nel 1502 in riferimento al Principe del Portogallo al quale venivano pagate le commesse per il commercio dello zucchero locale (rimane dedicata al santo il capoluogo dell'isola, come succede peraltro a São Tomé col capoluogo intitolato a San Tommaso). Scopritore delle isole fu Pedro Escobar, noto anche come Pedro de Escobar, un famoso navigatore portoghese del XV secolo, al servizio del re Alfonso V del Portogallo.



I Portoghesi decisero che le isole rappresentavano una base ideale per il commercio della costa, e completarono il primo insediamento stabile a São Tomé nel 1493. Principale artefice della colonizzazione fu Álvaro Caminha, che in seguito ricevette dalla Corona il diritto di amministrare le isole. Nel 1500 fu creato un insediamento anche a Príncipe. Inizialmente le isole non apparvero particolarmente ricche di risorse, e i primi coloni furono soprattutto "indesiderabili" di cui il Portogallo voleva disfarsi (soprattutto Ebrei); in seguito, tuttavia, si scoprì che il terreno vulcanico delle isole era perfetto per l'agricoltura



Pascal Poot: pomodori e frutta ortaggio senz’acqua ne pesticidi

I metodi di Pascal Poot, lontani dall’agricoltura moderna, sono oltreché  iperproduttivi anche naturali e poco costosi. Gli scienziati pensano di trovare delle risposte ai cambiamenti climatici.

Qui il terreno è così sassoso e il clima così arido che le querce vecchie di 50 anni sono più piccole di un uomo

All’entrata della fattoria di Pascal Poot, sulle alture di Lodève (Hérault) troneggia un vecchio cartello in cartone: “conservatoria di pomodori”

Ogni estate, i pomodori gialli a pera e altri Neri di Crimea crescono qui in una pazza abbondanza. Senza irrigazione malgrado la siccità, senza tutore, senza cure e alcun pesticida ne concimi, le sue migliaia di piante producono fino a 25 kg di pomodori ciascuna.

Il suo segreto? E’ nei semi che Pascal Poot semina davanti a me, con dei gesti che mischiano pazienza e nonchalance. L’inverno sta per terminare nella regione, è venuto il tempo per Lui di affidare i suoi semi alla terra. Sono le prime semine dell’anno

L’uomo ha 52 anni ma sembra senza età. Questo figlio di agricoltori che ha lasciato la scuola a 7 anni si dichiara completamente autodidatta.

Ha coltivato castagneti prima di specializzarsi nelle sementi. Oggi semina su del terriccio, dentro una serra, quindi mette i vasetti su un enorme mucchio di letame fresco, per cui la temperatura nei giorni successivi arriverà a 70 gradi, riscaldando la serra e permettendo la germinazione dei semi.

La tecnica del letto caldo è molto antica. Questo permetteva agli orticoltori del XIX secolo di raccogliere meloni in città dalla fine della primavera. E questo permette a Pascal Poot di far germinare ogni anno migliaia di piante di pomodori, zucchini, peperoni, poi li pianta in piena terra e non se ne occupa più fino alla raccolta.

Mentre semina, Pascal mi spiega i dettagli del suo metodo

“La maggior parte delle piante che oggi chiamiamo “erbacce” erano piante che si mangiavano nel Medio Evo, come l’amaranto o il dente di cane. Mi son sempre detto che se loro sono così resistenti è perché nessuno se ne è più occupato da generazioni .Tutti cercano di coltivare gli ortaggi proteggendoli il più possibile, io invece cerco di incoraggiarli a difendersi da soli.

Ho cominciato a piantare pomodori su un terreno pieno di sassi vent’anni fa, e all’epoca non c’era una goccia d’acqua. Tutti pensano che facendo così le piante muoiono, ma questo non è vero in effetti tutte le piante sopravvivono. All’inizio abbiamo pomodori piccoli, ridicoli.

Bisogna raccogliere i semi dei frutti e seminarli l’anno seguente. Allora si cominciano a vedere veri pomodori, possiamo raccoglierne 1 o 2 kg per pianta.

Meglio ancora se aspettiamo un anno o due. All’inizio mi hanno preso per matto ma alla fine, i vicini hanno visto che io avevo più pomodori di loro e senza peronospora, allora la gente ha cominciato a parlarne e dei ricercatori sono venuti a vedere.”

Vergogna TTIP: il trattato continua a rimanere segreto

A che serve una sala di lettura blindata dove i cittadini vengono restano fuori dalla porta? A nulla. È un contentino, la solita democrazia-fuffa.
Il M5S ha chiesto a gran voce, più e più volte, che il testo del TTIP fosse messo a disposizione per essere letto da tutti. Lo scorso 22 dicembre abbiamo fatto un blitz alla Farnesina per verificare a che punto fosse l'iter di approvazione, e poi lanciato un mailbombing all'indirizzo della Commissaria Ue, Cecilia Malmstrom, che ne aveva promesso l'apertura entro un paio di settimane addirittura lo scorso 26 novembre. Centinaia di cittadini hanno chiesto alla Commissaria di mantenere la sua promessa.

In seguito, abbiamo operato attraverso atti parlamentari per sollecitare il Governo a mettere a disposizione il fatidico testo (dall'indagine conoscitiva al Senato, all'interrogazione parlamentare alla Camera), in appoggio alle pressioni di tantissime sigle che hanno riunito la società civile sotto l'unico ombrello della Campagna Stop TTIP - Italia.

L'istituzione della sala di lettura alla fine è arrivata, qualche giorno fa, presso il ministero dello Sviluppo Economico. E' stata comunicata con una sterile lettera riservata ai capigruppo delle forze politiche di Camera e Senato, mentre in Germania i parlamentari hanno potuto consultare il testo del TTIP già mesi fa.

Una vittoria? Certo, ma solo parziale: nel tentativo di continuare a mantenere segreti gli aspetti più contrastati dell'accordo, quelli che mettono a repentaglio la sicurezza alimentare, ambientale e sanitaria, nella sala di lettura è vietato fotografare, registrare e persino prendere appunti.

M5S Livorno: il reddito di cittadinanza è realtà

di Filippo Nogarin, sindaco di Livorno

Il reddito di cittadinanza locale è una realtà. A partire da questa mattina le 100 famiglie livornesi inserite in graduatoria riceveranno le prime quietanze di pagamento da 500 euro da parte dell’amministrazione comunale.

Ci abbiamo messo più tempo del previsto ma abbiamo voluto fare le cose a regola d’arte.
Abbiamo verificato ogni singola domanda, epurando le liste provvisorie dai furbetti dell’Isee e da chi aveva provato a inoltrare una doppia richiesta pure facendo parte dello stesso nucleo familiare.

A questo punto è tutto pronto: i 300mila euro messi a disposizione dall’amministrazione comunale serviranno a coprire i primi sei mesi di questa sperimentazione. Siamo già al lavoro per cercare di rendere questa misura strutturale, nonostante gli Enti locali siano costretti a fare i conti con sempre minori risorse.

M5S Carlo Martelli: stop all'utilizzo dell'olio di palma

di Carlo Martelli, portavoce M5S Senato

E' in discussione su Rousseau la proposta di legge del MoVimento 5 Stelle che vieta l'uso dell'olio di palma, un killer silenzioso che fa male alla salute e all'ambiente e sempre più presente in moltissimi prodotti e alimenti di uso quotidiano, anche in quelli più insospettabili.

Biscotti, fette biscottate, crakers, grissini, merende per bambini, creme spalmabili, cioccolata, ma anche gelati confezionati, sughi pronti o minestre col dado, e tante altre preparazioni. E poi saponi e prodotti cosmetici. Persino carburante diesel.

Proprio in questi giorni, l'ultimo parere scientifico dell'Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare), pubblicato il 3 maggio, riporta l'attenzione sull'olio di palma: tra gli olii vegetali raffinati presenta una concentrazione fino a 10 volte maggiore di elementi contaminanti, tre in particolare, di cui uno potenzialmente cancerogeno e genotossico. I più a rischio sarebbero i bambini e i ragazzi, persino i neonati, perché compare in molti alimenti destinati ai più giovani.

L'allarme sulla tossicità di questo scadente olio vegetale era stato già lanciato, negli ultimi dieci anni, dall'università di Praga, dal CVUA di Stoccarda e dall'Autorità tedesca per la sicurezza alimentare, ma è rimasto sostanzialmente inascoltato, al punto che gli olii ricavati dalla palma si stima rappresentino un terzo della produzione mondiale di grassi. L'Italia si colloca tra i primi paesi in Europa per importazioni: secondo l'Istat dal 2011 al 2015 si è passati da circa 274 mila a 821 mila tonnellate, con un aumento del 300%.

L'utilizzo di olio di palma permette alle Multinazionali di realizzare altissimi guadagni, e non riguarda solo il settore alimentare o cosmetico. Recentemente l'Eni ha annunciato la produzione di un carburante diesel bio-sostenibile, in grado di ridurre le emissioni di C02, realizzato con il 15% di “componente rinnovabile” tra cui l'olio di palma. Carburante che non solo non ha nulla di bio, ma contribuisce a creare danni all'ambiente, legati a una maggiore emissione di gas serra dovuti al disboscamento di foreste contenenti carbonio.

Sappiamo che la crescente produzione dell’olio di palma, in particolare in Malesia e Indonesia, comporta una perdita della biodiversità e incide anche sui diritti delle comunità locali della fascia tropicale, a cui vengono sottratte le terre destinate ad uso agricolo, il cosiddetto land grabbing (rapina delle terre).

Sala ineleggibile come sindaco, è solo candidabile

Elezioni Milano 2016, il Tar respinge il ricorso M5s: “Sala candidabile. Dopo voto si deciderà su ineleggibilità”

I giudici: "Sarà il consiglio comunale a esaminare la condizione degli eletti". Il M5s: "Frutto delle assurde leggi italiane". Il Pd: "Ora la partita è chiusa". Il candidato democratico non commenta, ma fa trapelare: "E' uno dei tanti attacchi, sono sereno"

Giuseppe Sala resta candidato a sindaco di Milano. Il Tar ha infatti giudicato inammissibile il ricorso del M5S che chiedeva la sua esclusione dalla competizione elettorale, sostenendo che l’ex numero uno di Expo ricopre ancora il ruolo di commissario unico del governo e pertanto non può essere eletto. Ma la partita non è chiusa. I giudici amministrativi tengono infatti distinti i concetti di “incandidabilità” ed “ineleggibilità”. E l’ineleggibilità verrà valutata in un secondo momento, dopo le elezioni, visto che il futuro consiglio comunale – ricorda il Tar – come primo atto dovrà “esaminare la condizione degli eletti e dichiarare la ineleggibilità di essi”, qualora sussista una delle cause previste dalle norme. “Le deliberazioni adottate in materia di eleggibilità dal consiglio comunale – continua la sentenza – possono essere impugnate da qualsiasi cittadino elettore del comune, o da chiunque altro vi abbia diretto interesse, dinanzi all’autorità giudiziaria ordinaria

L’elezione di Sala a sindaco, o a semplice consigliere comunale in caso di sconfitta, potrà dunque essere messa in discussione a urne chiuse. E di certo ci sarà battaglia, perché a sostenere la tesi della sua ineleggibilità, oltre ai 5 Stelle, con ogni probabilità ci saranno anche i Radicali che nei giorni scorsi hanno presentato a riguardo un esposto a firma del candidato sindaco Marco Cappato. Al centro della vicenda le dimissioni, efficaci o meno, di Sala da commissario unico. Inviate via lettera a Palazzo Chigi il 15 gennaio e protocollate il 18, decorrevano a partire dall’1 febbraio. Ma non sono mai state confermate da un decreto del presidente del Consiglio che revocasse il precedente decreto del 2013 con cui Sala era stato nominato commissario, con una durata della carica fino al 31 dicembre 2016. A complicare ancora di più la situazione, il fatto che il candidato del centrosinistra ha firmato atti in qualità di commissario unico anche dopo le dimissioni.

Nel ricorso i 5 Stelle avevano sostenuto che Sala non avrebbe potuto essere ammesso alla candidatura, trovandosi in una situazione di incompatibilità con la carica governativa in base al testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (decreto legislativo numero 267 del 2000). Ma il Tar ha sottolineato che tale norma disciplina i casi di “ineleggibilità”, che deve essere tenuta “nettamente distinta dall’incandidabilità”. Quest’ultima “implica l’impossibilità di prendere parte, fin dall’inizio, alla competizione elettorale e conduce alla nullità delle elezioni”, mentre l’ineleggibilità “non invalida l’ammissione della lista e comporta, quale unico effetto, la decadenza del solo candidato, senza ulteriori conseguenze sugli altri esiti del voto”. Dal momento che alla commissione elettorale titolata a esprimersi sull’ammissibilità di liste e candidati non toccava giudicare eventuali casi di ineleggibilità, il ricorso al Tar è stato giudicato inammissibile.
Mentre “la questione circa l’asserita ineleggibilità potrà trovare tutela, successivamente all’espletamento delle elezioni e a seguito della convalida degli eletti, davanti al giudice ordinario”.

venerdì 20 maggio 2016

Con dieta vegan MDA in tutto il mondo 8,1 milioni di morti in meno

Lo sostengono i ricercatori di Oxford che hanno calcolato anche i risparmi in termini economici che si otterrebbero ed elaborato quattro diversi scenari: i benefici per i sistemi sanitari andrebbero dai 700 ai mille miliardi di dollari l’anno


                                       LINK AL LIBRO SULL'ALIMENTAZIONE MDA

Lo scorso ottobre era stata l’Oms a puntare il dito contro carni e insaccati e oggi a elencare i benefici di una dieta povera di proteine animali c’è uno studio della Oxford university. Per i i ricercatori, il cui studio è stato pubblicato su Pnas, se tutto il mondo adottasse una dieta strettamente vegana si risparmierebbero 8,1 milioni di morti premature da qui al 2050, ma anche un cambiamento minore che limiti il consumo di carni rosse a circa 300 grammi alla settimana ne eviterebbe più di 5 milioni.

I ricercatori hanno calcolato anche i risparmi in termini economici che si otterrebbero ed elaborato quattro diversi scenari, uno di business as usual in cui si mantengono le attuali tendenze in termini di dieta, uno in cui si limita la carne a 300 grammi a settimana aumentando l’apporto di frutta e verdura, uno strettamente vegetariano e uno vegano

Il maggior guadagno in termini di vite salvate, soprattutto per le minori malattie cardiovascolari ma anche per tumori e patologie legate all’obesità, verrebbe appunto dalla dieta vegana,

Col TTIP in Italia operai come bestie nelle fabbriche stuprando animali

di Daniele Zaccaria, da Il Dubbio

Costretti a lavorare con il pannolino per non farsela addosso, dieci ore consecutive alla catena di montaggio circondati dal sangue e dagli escrementi animali sotto lo sguardo arcigno dei superiori: "Provate ad andare in bagno e vi spediamo subito alle risorse umane!".

venerdì 13 maggio 2016

Frutti a insalata: pisello-asparago è usato per due varietà diverse, il ginestrino purpureo ed il fagiolo di Goa

PISELLO ASPARAGO
Lotus tetragonolobus



di Angelo Passalacqua


Una pianta che cresce spontanea in molte regioni italiane, una volta molto conosciuta ed utilizzata in cucina, ora è addirittura diventata una verdura esotica!


Il nome di pisello-asparago è usato per due varietà diverse di piante, il ginestrino purpureo ed il fagiolo di Goa (FAGIOLO ALATO), io vi mostro il ginestrino che coltivo.

Unioni civili: cosa cambia per le coppie di fatto etero

Nascoste dalle polemiche sui diritti per gli omosessuali, ecco quali sono le novità per gli etero che non vogliono passare dal matrimonio

Oscurato dalle polemiche sulla parte delle unioni civili tra le coppie omosessuali, le norme sulle convivenze è passata un po’ in sordina. Eppure il ddl Cirinnà regola anche le coppie eterosessuali che vivono sotto lo stesso tetto, ovvero quelle persone che in termini burocratici sono unite da “legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile”. Poche – e meno controverse – le modifiche rispetto agli articoli sulle unioni civili che comunque hanno reso un po’ più leggere le norme rispetto alla versione Cirinnà.

Chi sono i conviventi
Si intendono conviventi di fatto “due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile”. Per l’accertamento della “stabile convivenza” si fa riferimento alla dichiarazione anagrafica.

I diritti “automatici”

Canone Rai: i dieci errori più frequenti e come evitarli

Il Canone Rai sta per fare la sua prima comparsa nelle nostre bollette elettriche. Pagheremo 100 euro l’anno. Il debutto, pieno di rompicapi e dubbi da risolvere, avverrà con l’utenza di luglio nella quale troveremo 70 euro in più da pagare. Sono le prime sette rate del nuovo abbonamento Tv (10 euro l’una, da gennaio a luglio. Le successive tre saranno distribuite sulle bollette seguenti. Dall’anno prossimo, i 100 euro saranno addebitati, ogni mese, da gennaio a ottobre). Manca ancora qualche mese all’appuntamento ma la confusione è ancora grande. Le prime scadenze sono già alle porte, insieme al rischio di errori e dimenticanze. Ecco i 10 errori più frequenti in cui si rischia di cadere. Con molta facilità visto il caos che ancora c’è sulla materia. Ricordiamo il numero verde Rai per chiarimenti: 800.93.83.62

giovedì 12 maggio 2016

Byoblu ruba i video a Lambrenedetto?

Qualche tempo fa notai che byoblu nel suo blog aveva parlato dei video di Lambrenedetto XVI, e la cosa mi colpì. Cazzo, ho pensato, finalmente si vede un poco di informazione seria su quel blog!  Pensavo anche che con quel post avesse mandato tante visite al video...
Lo ha fatto, ma non al video di Lambrenedetto:

Infatti il geniale messora ha scaricato il video, in una qualità di merda fra l'altro roba che perfino io (che sarei un cretino a suo dire) riesco a scaricare come si deve, e lo ha schiaffato nel suo canale. Senza riferimento alcuno al canale di Lambrenedetto, senza precisare che lui non c'entrava nulla con il video, anzi non lascia proprio spiegazioni a riguardo lasciando maliziosamente intendere che lui ci sia in mezzo in qualche maniera.

La parte peggiore? Lo sta monetizzando!
Sta guadagnando soldi illecitamente sulle spalle di quella persona che si è tanto impegnata per fare aprire gli occhi agli italiani, sodomizzati dalla mattina alla sera da tutti. Proprio tutti, anche i "democraticissimi giornalisti alternativi".

Rabellino: campa con le liste taroccate grazie agli italioti rincojoniti

No Euro, Lista del Grillo, Lega Padania Piemont, Amici a 4 zampe, Precari Disoccupati Esodati, Difesa Automobilisti, Forza Toro: basterebbero i nomi delle liste con cui correrà alle elezioni di giugno, le carte d’identità associate a persone sbagliate, le firme di defunti o di viventi ignari di aver firmato. Ma cronaca e codice penale stanno ormai stretti a Renzo Rabellino, il più diabolico inventore di liste civetta, patacca, farlocche, taroccate, clonate, liste di morti e di omonimi, vere che sembrano finte e finte che potrebbero essere vere. Arcitaliano navigatore del mare che bagna la cialtroneria aggravata dal genio, ha creato in 15 anni un’impresa familistica per campare di politica senza neanche farla.

Raggi e Appendino alla riscossa

Virginia interventista, Chiara più defilata. Virginia che si presenta con una conferenza alla stampa estera e catalizza l’interesse dei giornali stranieri, Chiara che fa meno uscite mediatiche e appuntamenti pubblici. Virginia che fa proposte dirompenti per i poteri romani, Chiara intenta a non spaventare la borghesia torinese. Se è vero che Raggi e Appendino sono le due frontwomen del Movimento cinque stelle - e forse le due frontwomen tout court - in questa campagna elettorale, difficilmente si potrebbero immaginare due stili, due personaggi e due campagne più diverse.

TELEFONI CELLULARI E WIFI: DANNO BIOLOGICO AL DNA

Che effetto possono avere telefoni cellulari e wifi sulla nostra salute? Il Prof. Nicola Limardo, esperto di fisica quantistica, risponde a questo quesito.

Il Prof. Nicola Limardo: “Il telefonino è uno strumento di cui tutti abbiamo bisogno. Da lì nasce la voglia di trovare una soluzione a un problema, un problema che tutti conoscono e nessuno ne parla. I produttori dei telefonini in tutti i fogli d'istruzioni scrivono: tenete il telefono a 1-2 cm di distanza dal corpo, non in mano; è uno strumento d'emergenza. Perché c'è un fenomeno che loro lo sanno e che noi abbiamo seguito: l'emissione di un fotone di tipo Gamma (molto piccolo), essendo a contatto, può darmi un danno biologico al DNA.

Frutto a forma di insalata: fagiolo alato, fagiolo quadrangolare

Campofelice di Roccella. Il maestro Gaetano Messina ha iniziato la seconda sperimentazione del fagiolo “Psophocarpus Tetragonolobus” comunemente chiamato fagiolo alato, della Nuova
Guinea. Nella primavera scorsa ha distribuito cinquanta semi agli Acquariani – Teosofi del nord Italia, tra cui al Villaggio Verde, al presidente Sempi della Fondazione B.D.B (undici semi), ad Emilio Bono a cui sono stati inviati tredici semi dei quali solo tre hanno germogliato, le tre piante
hanno dato copiosi frutti i quali sono stati sottoposti alla degustazione di diversi teosofi di Novara, i quali hanno mangiato il fagiolo sia crudo che cotto.



La sperimentazione di Tronzano (No) lavorata da Emilio Bono (un uomo dotato di pollice verde)
ci ha mostrato la rigogliosa vegetazione delle piante che hanno raggiunto quote di 2,50 m di altezza. Sono state raccolte diverse decine  di baccelli carichi di semi. In questi giorni è stato pubblicato su “you tube” un filmato che mostra la piantagione, le corde ricche di foglie, il fiore azzurro violaceo e le foglie a forma di cuore di un colore verde acceso.

mercoledì 11 maggio 2016

Il LIVORNESE Allegri minaccia chi gli fa le parodie, youtuber si piega ai voleri del mister

Ma codesto LIVORNESE....e sottolineiamo nato a LIVORNO, la PATRIA degli scherzi e delle PARODIE.... codesto livornese non si vergogna di un comportamento che porta ad una figura di MERDA di proporzioni FANTOZZIANE? ... a Livorno non si vergognano di avere un concittadino cosi? Il Vernacoliere non ha alcunchè da dire sul loro PAESANO?
A Livorno le parodie e gli scherzi sono la  RELIGIONE più praticata da SEMPRE e mò si trovano a giro sto livornese.... che roba.....



..e sto youtuber non si VERGOGNA pure lui per essersi PIEGATO in maniera cosi poco dignitosa ai volere di mister LIVORNESE allegri?
..è OVVIO che giuridicamente le minaccie di allegri sono nulle ma addirittura invece innescano tutta una serie di reati penali commessi dal  LIVORNESE Allegri tra cui minacce, violenza privata ed ovviamente  CALUNNIA....per non parlare poi del mega risarcimento che codesto youtuber potrebbe chiedere al mister in sede civile dato l'evidente danno di immagine subito dal youtuber oltre alla diffamazione dallo stesso subita per non parlare dello stress traumatico posto in essere da chi è in grado di mettergli contro MILIONI di tifosi juventini
.. comunque non spiega il comportamento poco dignitoso dello youtuber che mette alla gogna TUTTA  la categoria degli youtubers...i quali potrebbero anche pensare di fare causa a Edoardo Mecca per la figura di merda fatta fare a tutta la categoria.....

LINK AL VIDEO INCRIMINATO RICARICATO DA ALTRI YOUTUBER PIU' CORAGGIOSI

youtuber non lasciatela vinta a sto allenatore....di calcio..... marò....

e sulla sua pagina facebook il Mecca si mette a 90 e si scusa pure col mister... come si diceva? mazziato e pure cornuto... o il contrario?

uno youtuber come Lambrenedetto, tanto per fare il nome di uno dei più famosi, non si sarebbe certo piegato ad un allenatore ...di calcio....


quello che segue è tratto da un articolo de la stampa.it

All'allenatore della Juventus non è piaciuta la parodia dei suoi tic e ha fatto rimuovere il video dal web. Nel video come attrice anche la figlia del mister della Juve

L’ultima parodia dello youtuber torinese, Edoardo Mecca, ha conquistato 500 mila visualizzazioni in poche ore.

Ex di Facebook raccontano: “Così censuravamo le notizie”

Secondo un sito americano l’azienda avrebbe chiesto ai responsabili delle news di censurare fonti del partito repubblicano. Ma da Menlo Park arriva la smentita

Freddi, insensibili e, almeno in teoria, imparziali. Sono gli algoritmi che, come quello di Facebook, determinando quali e quanti contenuti far comparire sulle nostre timeline. Qualche volta però le apparenze ingannano: secondo le dichiarazioni di alcuni ex dipendenti di Menlo Park, le notizie comparse tra le tendenze nel periodo 2014-2015 potrebbero essere state manipolate per escludere fonti e informazioni relative al movimento repubblicano.

Gizmodo, riporta che l’azienda avrebbe chiesto di inserire in lista certi tipi di notizie, anche se di scarso interesse, censurando invece argomenti relativi a politici conservatori. «Ogni tanto un sito di stampo repubblicano pubblicava qualche storia interessante - ha spiegato uno degli ex giornalisti in forza a Facebook nel settore news -. Ma avevamo ordine di escluderle finché non fossero state coperte da qualche altra testata più imparziale». 

In altri casi invece accadeva il contrario: i dipendenti dovevano inserire tra le tendenze le notizie non ritenute importanti dall’algoritmo, come la scomparsa del volo della Malaysia Airlines o l’attacco a Charlie Hebdo, così da reggere la competizione sulle news in tempo reale con Twitter.

martedì 10 maggio 2016

Il PD 'fucila' il proprio consigliere che si era schierato contro le trivelle

Basilicata, Pd rimuove consigliere: sostenne referendum No-Triv. Speranza: “Epurato, rotta l’unità del partito”

Franco Mollica, esponente dell'Unione di Centro, prende il posto di Piero Lacorazza alla presidenza del Consiglio regionale. Si allarga così all’Area Popolare la maggioranza di centrosinistra guidata dal governatore Marcello Pittella e di cui entra a far parte ufficialmente anche il consigliere Aurelio Pace (nel Gruppo misto, ma rappresentante dei Popolari per l’Italia). Esultano i centristi, Viceconte: "Primo organico accordo tra dem e Area popolare"

Dentro Franco Mollica (Udc), fuori Piero Lacorazza (Pd): in Basilicata il Partito Democratico si allarga verso il centro. Il nuovo presidente del Consiglio regionale a guida Pd è un esponente dell’Unione di Centro. Il motivo: da “non renziano”, Lacorazza era stato tra i promotori e tra i maggiori sostenitori del referendum anti trivelle dello scorso 17 aprile

Innalzamento oceani: cinque atolli scomparsi nel Pacifico

Si sono inabissate nelle Salomone. Prime vittime dell'innalzamento degli Oceani. A rischio tutta l'area.

C'erano una volta cinque isole. Cinque piccoli atolli corallini nell'Oceano Pacifico. C'erano una volta, ma sono state inghiottite dal mare e dal suo innalzamento causato dal cambiamento climatico.
Facevano parte delle Isole Salomone, una nazione insulare composta da un migliaio di atolli e isolotti a Est della Papua Nuova Guinea.

TRA 7 E 10 MM L'ANNO
Qui, spiega il team australiano di ricercatori che ha documentato l'accaduto, negli ultimi 20 anni il mare si è alzato tra i 7 e i 10 millimetri all'anno, tre volte di più della media mondiale.
Ma è solo un'anticipazione del destino che toccherà in buona parte del Pacifico nella seconda metà del secolo,

Quella MERDA di TTIP: se lo conosci lo eviti, ma lo conosci?

da Fanpage.it



Il modo migliore per far accettare inerzialmente alle persone anche le scelte più nocive e pericolose consiste, ovviamente, nel non far sapere loro ciò di cui realmente si tratta. In assenza di informazioni concrete, la propaganda televisiva e la fabbrica dei consensi giornalistica possono magnificare le realtà peggiori presentandole come meraviglie imperdibili. È questo, tra l’altro, il caso del TTIP, il partenariato o trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti, del quale furono avviati i negoziati nei primi mesi del 2013 tra la potenza americana e la potenza- si fa per dire- europea.

Frutta a forma di insalata: come coltivare il pisello asparago, fagiolo alato, fagiolo di Goa

Il pisello asparago, o fagiolo di Goa, è un legume particolare, originario della Nuova Guinea e ampiamente diffuso in Indonesia e Thailandia, può raggiungere anche i 4 m di altezza grazie al clima equatoriale. Il fagiolo di Goa è caratterizzato da baccelli dalla forma particolare, con sezione a stella a quattro punte, che lo hanno reso noto anche come "fagiolo alato".



 I baccelli possono raggiungere anche i 15 cm di lunghezza, ma per il consumo è bene raccoglierli non maturi, dai 3 ai 5 cm. Ma ora vediamo come coltivare il pisello asparago.


Scegliere un terreno leggero e ben drenato, in una posizione soleggiata prima di seminare o trapiantare a dimora il pisello asparago. Ricordarsi che questa varietà soffre molto il gelo, e perciò bisogna tener conto di questo fattore quando si sceglie la data della semina. Il mese più adatto è maggio, quando i pericoli delle gelate sono ormai passati.




Candidati M5S a Milano per le comunali del 5 giugno 2016



1 - Patrizia Bedori
2 - Francesco Maria detto Franz Forcolini
3 - Simone Sollazzo
4 - Marialaura De Franceschi
5 - Katia Tarsia
6 - Daniele Beretta
7 - Francesca Vita
8 - Bruno Biondi
9 - Monica Barbara Negri
10 - Luca De Bernardis
11 - Emanuele Santamato
12 - Caterinella detta Nella Napoli
13 - Aniello Manna
14 - Antonio Montaruli
15 - Stefano Limido
16 - Costantino Grimaldi
17 - Vito Ceravolo
18 - Matteo Ferrario
19 - Paolo Roberto Piccinelli
20 - Giacomo Germinario
21 - Alessandro Ragusa
22 - Ines Rabasco

Grazie a Carluccio si dimette Davide Parenti, capo del programma FINTO 'le iene'


il trust è uno strumento per le famiglie con ragazzi svantaggiati?

NAPOLI - "Il trust è uno strumento che può servire a risolvere problemi e situazioni di bisogno per i quali non abbiamo nel nostro codice una risposta soddisfacente. Il pensiero va a casi familiari di ragazzi svantaggiati, manca ad esempio la tutela del patrimonio per le famiglie che non hanno figli autosufficienti o anche persone con disabilità". Lo ha detto Maurizio Lupoi, presidente Associazione “Il trust in Italia”, a margine dell'inaugurazione del primo master sul diritto dei trust organizzato in collaborazione con l'associazione "Il trust in Italia".

Tuttogratis a Milano: apre il negozio dove non si paga

L'apertura è prevista per il prossimo venti maggio 2016 a Milano, nel sottopassaggio del passante ferroviario di Porta Vittoria, uno spazio autogestito del dono e del riuso. Il “non-negozio” dove si vende tutto senza comprare niente. «Quanti oggetti inutili abbiamo in casa che non usiamo, ci ingombrano la vita e la rendono più complicata? E quante persone avrebbero bisogno di quegli oggetti?», dice Donatella Pavan, presidente dell'associazione Giacimenti Urbani in prima linea nel progetto

L’inaugurazione è prevista per il prossimo 20 maggio. La location del negozio sarà collocata nel sottopassaggio del passante ferroviario di Porta Vittoria a Milano. All’interno vi si potrà trovare di tutto: vestiti, oggetti d’arredamento, libri… Il “non-negozio” dove si vende tutto senza comprare niente.

«Da Tuttogratis», spiega Donatella Pavan, presidente dell’associazione Giacimenti Urbani, in prima linea nel progetto, «si può prendere qualunque cosa presente in negozio, senza pagare niente, ma cosa più importante si può donare tutto».

Tuttogratis, più che un negozio, è un vero e proprio spazio dedicato al dono. Ognuno può portare nel negozio qualunque tipo di oggetto; l’importate è che sia in buone condizioni.

Non lasciamo solo l’avvocato Gino Marra nella lotta al signoraggio

L’avvocato Alfonso Luigi Marra ha indetto per il 23 Maggio prossimo una manifestazione dinnanzi alla Procura della Repubblica di Roma, a piazzale Clodio, per chiedere la confisca delle quote private di Banca d’Italia e restituirle al popolo italiano.



Banca d’Italia in mano ai banchieri privati

Come noto, il 95% delle quote della Banca d’Italia sono in mano a banchieri privati, come indicato chiaramente anche nella scheda Wikipedia di Banca d’Italia. Questo fatto, che passa inosservato nonostante sia molto grave, è emerso solo recentemente, negli ultimi 10 anni, in quanto in passato i proprietari delle quote di Banca d’Italia erano mantenuti segreti,  coperti da ‘omissis’ anche sui documenti ufficiali. Se consideriamo che Banca d’Italia dovrebbe controllare l’operato delle banche, è evidente come il “controllato” sia anche il “controllore”… e su questo ci sarebbero molte cose da dire. Ma la cosa più grave è che in questo modo i banchieri privati gestiscono l’emissione monetaria.

Banchieri privati proprietari della BCE

I banchieri privati che gestiscono il 95% delle quote di Banca d’Italia, possiedono anche il 12,3% delle quote della BCE che appartengono alla BdI, come risulta anche sulla scheda wikipedia della Banca Centrale Europea. Le altre quote della BCE, sono possedute dalle banche centrali degli altri paesi europei, che a loro volta, esattamente come in Italia, sono in mano a banchieri privati. Questo comporta che sono i banchieri privati a gestire l’emissione monetaria. Emettono moneta e la PRESTANO alle nazioni, che ottengono liquidità emettendo titoli di stato. La BCE emette denaro e lo presta, ad un tasso di interesse molto basso, alle banche private, che investono sui titoli di stato e ne ricavano sostanziosi interessi, strozzando le nazioni, sempre più indebitate.

SOLO A TITOLO DI INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO, l’Italia paga ogni anno 90-100 miliardi di euro!

Fagiolo alato: il frutto a forma di insalata

Seme molto antico, gia' conosciuto nel 1590, e' chiamato anche fagiolo alato, e' un nutriente legume tropicale, legume  tradizionale della cucina indonesiana e che della pianta si mangia e/o usa tutto, senza nessun tipo di scarto.



Si cucinano esattamente come gli asparagi, e le foglie come gli spinaci.

Originario della Nuova Guinea, ha diversi nomi, dicevamo 'fagiolo alato', ma anche 'fagiolo quadrato', pisello asparago.

Cresce nei paesei equatoriali .. calde, umide, dalle Filippine e Indonesia in India, Birmania, Thailandia e Sri Lanka. E fa bene anche ai tropici (umidi con elevata piovosità). Ma si inizia a conoscere anche da noi, sebbene sia ancora veramente molto poco diffuso ( si inizia a trovare  un pochino adesso, nel Nord Europa)



I baccelli hanno un sapore che ricorda l’asparago e sono raccolti entro due-tre mesi dalla semina, i fiori blu pallido sono usati come colorante alimentare, le giovani foglie sono cucinate come gli spinaci

La pianta di fagiolo alato cresce come una vite rampicante con steli e foglie, 3-4 m di altezza.

Si tratta di una pianta erbacea perenne,

23 maggio: avvocato Marra Sfida Giudici E Banchieri sul signoraggio

L'avvocato Marra sta organizzando una manifestazione, Lunedì 23 Maggio, alle ore 10:00 in Piazzale Clodio a Roma, di fronte alla Procura della Repubblica.



 ( Vedi l'evento su Facebook ) Lo scopo è quello di "accendere i riflettori" sul signoraggio e sulla questione della sovranità monetaria. Una iniziativa che ci sentiamo di sostenere, anche perché i media sicuramente non gli conferiranno nessun risalto, visto il tema trattato: la censuratissima questione monetaria.

Staff nocensura.com

GIUDICI E BANCHIERI: MARRA LI SFIDA

di avv. Marco Della Luna

[L’avv. Gino Marra  – www.marra.it -, dopo aver invano esortato pubblicamente i magistrati a porre fine alla illegittima creazione di moneta da parte dei banchieri privati, convoca per il 23 Maggio a Roma, Piazzale Clodio, una manifestazione per denunciare questo rifiuto della magistratura di applicare la legge agli interessi forti]

Fa scalpore se un magistrato o un membro del CSM dice che bisogna fermare Renzi e la sua riforma costituzionale. Dovrebbe per contro far scalpore che chiunque abbia giurato fedeltà alla Costituzione, magistrati e militari innanzitutto, non faccia quanto in suo potere per fermarli entrambi, dato che la riforma Renzi stravolge l’impianto della carta fondamentale, abolisce la stessa separazione dei poteri dello Stato concentrandoli nel premier, mentre la Costituzione, art. 138, ammette solo revisioni, cioè ritocchi e aggiornamenti, non trasformazioni, tantomeno radicali, e ancor meno se fatte da una maggioranza parlamentare che sussiste solo in forza di una legge maggioritaria già dichiarata essa stessa incostituzionale.

Fermare Renzi è dunque un preciso dovere giuridico di chiunque abbia giurato fedeltà alla Costituzione – un dovere sulla carta, che si traduce in niente sul piano dell’agito pratico, a conferma del costante dato empirico, ossia che gli organi giudiziari e gli altri “tutori della legge” servono a difendere non la legalità, ma le apparenze di legalità dell’ordinamento reale del potere, cioè la legittimità di facciata, nascondendone le pratiche e gli interessi, che seguono leggi non dichiarate e contrarie a quelle ufficiali. In cambio di questo servizio, la categoria dei magistrati riceve privilegi invidiabili. Ma guai a quelli di loro che non stanno a al gioco.

Il frutto INSALATA: il fagiolo alato

Famiglia Fabaceae, vi sono 236 generi in Fabaceae, 12 species in Phaseolus.



Regno
Plantae – Piante
Sottoregno
Tracheobionta – Piante vascolari
Superdivisione
Spermatophyta – Piante a seme
Divisione
Magnoliophyta – Piante a fiore
Classe
Magnoliopsida – Dicotiledoni
Sottoclasse
Rosidae -
Ordine
Fabales  -
Famiglia
Fabaceae – Leguminose                                                  
Genere
Phaseolus L. – fagiolo
Specie
Phaseolus tetragonolobus – fagiolo alato;Winged bean.


Un ottima leguminosa erbacea da intercropping per sistemi agroforesty.

lunedì 9 maggio 2016

Calcio: le cenerentole che hanno vinto nel corso della storia

Leicester di Ranieri 2015-16 - Campione d'Inghilterra




A inizio campionato veniva quotato vincente 5000 a 1






Nottingham Forest 1977-78 - Campione d’Inghilterra

Il Leicester quest'anno ha vinto la Premier dopo essersi salvata da neopromossa, ma c’è chi ha fatto meglio. Stagione 1977-78: mentre Claudio Ranieri e il suo Catanzaro festeggiano il balzo in Serie A, il Nottingham Forest di Brian Clough riscrive la storia moderna del campionato inglese vincendo il titolo da neopromossa.
Clough non è nuovo a imprese impossibili (nel '71-72 ha trionfato con il Derby County a due anni dalla promozione in First Division), ma il successo del Forest è ancora più incredibile perché il manager di Middlesbrough arriva dal fallimento con il Leeds (avventura durata appena 44 giorni) e perché quel titolo dei biancorossi getterà le basi per una storica doppietta in Coppa dei Campioni, nel '79 e nell'80.

domenica 8 maggio 2016

Chi è la campionessa Paola Gianotti

Eporediese (Ivrea), classe '81, laureata in Economia e Commercio, sono un'appassionata del mondo outdoor e degli spazi aperti.



Amo i viaggi "zaino in spalle" e la mia passione per lo sport mi ha portata a praticare dal triathlon allo sci alpinismo e dal sub alla thai­boxe. Da sempre credo fermamente che lo sport sia un momento di crescita e formazione personale, oltre che una sfida dei propri limiti.

Esplorazioni sportive ed emozioni

Ricordo ancora il vento del Chimborazo, uno dei vulcani più alti dell’Ecuador, tagliarmi la faccia e il fiato mentre cercavo di risalirlo a 5.000 metri in mountain bike.

Povero Calabrese: ingannato e sfruttato come un bimbominkia

Vittima di un «gruppo di Giuda» che hanno approfittato del suo nome, tutt’altro che sconosciuto, e dei suoi successi, per incassare i risultati e poi scaricarlo. È questo, in sintesi, «l’affaire» Onav spiegato dall’ormai ex presidente nazionale degli assaggiatori di vini, il nutrizionista Giorgio Calabrese, dimessosi pochi giorni fa. Lui, astigiano d’adozione ma siciliano d’origine (e di indole), di uscire in punta di piedi non ci pensa neanche.



Professor Calabrese, il suo mandato sarebbe terminato naturalmente il 22 novembre. Come mai, all’ultima riunione, ha deciso di sbattere la porta e andarsene?



«Premetto che io sono troppo educato per sbattere la porta.

La frutta 3M è l'unico CIBO

tratto da specie umana: progetto 3M

Differenza tra Vita e Struttura Nutrizionale, quindi, differenza tra Essere Vivente e Frutto.



La definizione scientifica di “Vita” è esattamente “ciò che si nutre”. Cioè la “Vita” riguarda ciò che attua continuamente una dinamica nutrizionale, vale a dire esattamente “unità strutturali specifiche che entrano e altre unità strutturali specifiche che escono” (ad esempio, noi mangiamo solo alcune volte al giorno, ma ogni nostra singola cellula si nutre in continuazione, proprio 24 ore su 24, METABOLIZZANDO in continuazione il Cibo che abbiamo ingerito, anche solo per mantenere continuativamente la nostra temperatura corporea).

Infatti, anche la definizione etimologica di “Vita” riguarda sempre proprio la Nutrizione, avendo esattamente la stessa radice etimologica delle parole “Vitto”, o “Vivanda”, o “Viveri”, che significano sempre la stessa identica cosa: “Cibo”.

È difficile formare una struttura macroscopica organica che non sia vivente, in quanto essa tende ad essere degradata velocemente nelle sue componenti strutturali più piccole, sia per motivi interni che esterni ad essa. È anche per questo motivo che la natura ci ha messo oltre 4 miliardi di anni per riuscire (solo circa 60 milioni di anni fa) a costruire una struttura organica macroscopica che non sia Viva, ma che, allo stesso tempo, si conservi intatta almeno per un certo tempo; questa struttura è quindi non solo, proprio biochimicamente, evolutissima, ma addirittura l’unica struttura organica macroscopica sull’intero pianeta che non è assolutamente viva: il Frutto.

Il Frutto nasce, infatti, proprio come difesa della pianta,

Paola Gianotti: unica donna ad aver partecipato al Trans-­Siberian Extreme, la gara più dura al mondo

Red Bull Trans-Siberian Extreme
Unica donna ad aver partecipato alla gara più estrema e dura al mondo, la Red Bull Trans-­Siberian Extreme.
Impresa: Red Bull Trans­-Siberian Extreme
Percorso: 9.200km da Mosca a Vladivostok
Durata: 287 ore
I numeri: 14 tappe da 300 a 1.400km
prima edizione
5 zone climatiche
7 fusi orari
58.000mt di dislivello

Carne: è cominciata l'inversione di tendenza, crolla il consumo in Italia

Rapporto di Coldiretti: "Quasi un italiano su dieci ha detto addio a questo alimento". E' in corso una rivoluzione delle abitudini alimentari, complice l'allarme dell'Oms sui rischi per la salute. Il primato della spesa per cibo delle famiglie è passato a frutta e verdura: è la prima volta



di ELENA DUSI

Il consumo di carne in Italia non è mai stato così basso negli ultimi quindici anni. "Quasi un italiano su dieci ha completamente detto addio a questo alimento" afferma Coldiretti in un rapporto pubblicato oggi. A ottobre dell'anno scorso l'Organizzazione mondiale della sanità aveva classificato come "probabilmente cancerogena per l'uomo" la carne rossa e come "cancerogeni" gli insaccati.

giovedì 5 maggio 2016

Italia: manco esiste il casellario nazionale dei carichi pendenti

Nonostante il gran discutere di trasparenza e onestà, sulle candidature in pratica non verranno fatti nemmeno i controlli più banali. Un po’ perché la legge si guarda bene dal renderli obbligatori, e poi perché comunque mancherebbero mezzi e strumenti per andare a fondo. Il risultato: tra i 150mila candidati in lista alle prossime elezioni comunali ci sarà di tutto. Ma lo verremo a scoprire, forse, dopo il voto.

Cosa succederà in concreto
Accadrà che le liste, una volta depositate entro mezzogiorno di sabato prossimo, passeranno al vaglio frenetico delle Commissioni elettorali. Entro domenica sera queste Commissioni dovranno aver dato un’occhiata ai documenti, tra i quali è previsto che debba esserci l’autocertificazione del candidato, un modulo nel quale egli (o ella) dichiara di non avere avuto negli ultimi 6 anni condanne definitive: quelle che impedirebbero di candidarsi per effetto della legge Severino. Se il nostro «impresentabile» dichiarerà il falso, chiaro che passerà i guai. Ma prima andrà scoperto, indagato, processato eccetera.

Il lato oscuro della giustizia
E chiedergli intanto un bel certificato penale? La legge non lo esige. Però, se anche lo richiedesse, o saggiamente lo pretendesse il partito di appartenenza, vi leggeremmo soltanto le eventuali condanne definitive. Senza dunque i patteggiamenti, senza i decreti penali di condanna, senza le condanne con «non menzione».

BIKE THE NOBEL: la bicicletta premio nobel per la pace

PAOLA GIANOTTI

Da Milano ad Oslo pedalando.
Obiettivo: Una pedalata verso Oslo per la candidatura della bicicletta come premio Nobel alla pace
Km: 2.000

2.000km di pedalata per un nobile motivo!

PERCHE'

La bicicletta è il mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità
Permette a tutti di muoversi, poveri e ricchi. Riduce le differenze sociali.

La bicicletta non causa guerre
Riduce il bisogno di petrolio ed i conflitti si fanno spesso per il petrolio

La bicicletta cambia il modello di sviluppo
Ogni chilometro pedalato genera un beneficio di 16 centesimi di euro per la società, ogni chilometro percorso in auto provoca un danno di 10 centesimi. (Copenhagen Bicycle Account)

La bicicletta causa meno incidenti stradali
Più di un milione di persone muoiono ogni anno nel mondo per incidenti stradali causati dal traffico motorizzato. La bicicletta uccide molto raramente.

La bicicletta non inquina risparmiando le persone dal rischio di malattie e i sistemi sanitari dai costi delle cure.
La bicicletta aiuta a restare in salute.

La bicicletta è stata un strumento dei movimenti di liberazione e resistenza di molti paesi
In Italia, durante l’ultimo conflitto, è stata il mezzo di trasporto privilegiato dalle staffette partigiane.
Gino Bartali ha trasportato con la sua bicicletta documenti falsi che hanno messo in salvo ottocento ebrei perseguitati dal nazifascismo

ATTENZIONE: o mangi FRUTTA o mangi cadaveri

nota di redazione: per frutta SOSTENIBILE non si intende la frutta cancerogena, ovvero agrumi ananas e kiwi e la frutta dolce essiccata




TRATTO DAL FAMOSO TESTO SCIENTIFICO SPECIE UMANA: progetto 3M - nuova edizione



Nella scienza dell’alimentazione moderna la discriminante fondamentale in assoluto (di moltissimo prima del crudo, biologico, stagionalità, ecc.) è la categoria alimentare, cioè la sua posizione esatta nella scala di tossicità dei “cibi“. Proprio per la nostra salute, come differenzazione di gran lunga massima di tossicità biochimica, esistono solo due categorie principali di alimenti: la frutta e i cadaveri (vegetali ed animali).

Di conseguenza, proprio scientificamente, si può essere solo: FRUTTARIANI o CADAVERIANI (cioè vegan-crudisti, vegan, vegetariani, onnariani)

Tutto ciò ricordandoci sempre che, come abbiamo visto, un cadavere, anche vegetale, proprio per proteggere gli altri componenti della sua specie rimasti in vita, cerca sempre disperatamente di ucciderti biochimicamente anche e specialmente dentro di te.

Per questo la primissima regola scientifica, e che non bisogna dimenticare assolutamente mai per la nostra salute, è proprio che esistono solo ed esclusivamente due categorie principali di “cibi“:

la frutta e i cadaveri (vegetali o animali).

Di conseguenza fino a che non si giunge gradualmente all’essere almeno FRUTTARIANI (ovviamente compresi i fruttariani al massimo livello, i melariani, che analizzeremo più avanti), si è inevitabilmente esattamente CADAVERIANI (cioè quello che va sotto il nome di vegan-crudisti, vegan, vegetariani ed onnariani).

Le case dei sogni: le cupole geodetiche

Dei vantaggi delle case geodetiche abbiamo già parlato. Perché non si sono diffuse?



E' una tecnologia assolutamente recente. Le tabelle dei fattori d'arco indispensabili per i calcoli della struttura sono state sorvegliate per anni come segreti militari (le prime applicazioni vennero sviluppate in tale ambito, per le caratteristiche di semplicità, rapidità di costruzione, leggerezza);

Solo nel 1966 alcune figure icosaedriche 3V finirono fuori del controllo dei licenziatari di Fuller. Altre tavole divennero disponibili nel 1970 e 1971.

Tutto ciò che concerne l'edilizia moderna è stato sviluppato intorno a strutture “classiche” (parallelepipedi con muri e superfici piane) e mal si adatta ad una casa geodetica (forme curve o triangolari):

Un paese dove l’affitto costa 15 euro al mese: Marinaleda

MARINALEDA, DOVE L’AFFITTO SI PAGA 15 EURO/ROMA – Nel cuore dell’Andalusia, a 100 Km da Siviglia, c’è una piccola comunità rurale dove la disoccupazione non esiste e l’affitto costa 15 euro al mese: Marinaleda.



Comune agricolo circondato da campi coltivati e uliveti, sembra un paese come tanti altri, se non fosse cha ha un sindaco, Juan Manuel Sanchez Gordillo, legato al movimento nazionalista andaluso, la lucha jornalera, e alla lotta operaia. Da quando lui è al governo, il paese si è trasformato in un piccolo paradiso.

I 144 giorni di Paola Gianotti: record del giro del mondo in bicicletta

PAOLA GIANOTTI

675.000 calorie..
536 panini..
270 barrette di cioccolata..
1 alluvione..
1 tsunami..
1 terremoto..
3 deserti attraversati..
1 multa per divieto di transito..
32 forature..
405 banane..
935 borracce..
24 dogane..
25 paesi attraversati..
1 guerriglia tra mussulmani e buddisti evitata..
2 caschi rotti..
1 vertebra rotta..
22 divise usate..
14km in autostrada..
110 giorni di vento..
16 attacchi da cani randagi..
25 statue di Buddha incrociate!

8 Marzo 2014 parto per il mio giro del mondo in bici. Tentando un record da Guinness dei Primati.

29.430km in 144 giorni. Un sogno che maturo fin da piccola. Io, la bici, il mondo. Una sfida sportiva immensa ma soprattutto un'impresa sociale, culturale e umana. Ho delle regole da seguire. Scelgo il percorso che ritengo a me più idoneo, organizzo il team che mi accompagnerà in questa grande avventura, preparo i bagagli, la bici e parto.

Ezra Pound: genio del signoraggio e premio nobel mancato

Quando il 1° novembre 1972 muore a Venezia Ezra Pound non è un giorno come tanti, perché il forte richiamo ai principi universali e il rifiuto delle logiche economiche usuraie, che egli afferma nel corso di tutta la sua vita, sono già scolpiti nella roccia della letteratura mondiale.



Nel 1972, nonostante i tentativi di imbavagliarlo e farlo dimenticare, il poeta americano è già riconosciuto come uno dei più grandi del Novecento e le sue teorie economiche cominciano ad essere viste dalle menti più libere come una sferzante critica decisamente attuale verso un mondo sempre più proteso all’asservimento dell’uomo e del suo ingegno alla dittatura bancaria.

Ricordare oggi Ezra Pound vuol dire cantare i versi di una vita vissuta in modo totale, in cui il poeta non è ridotto a romantico cantore di ciò che non è più, ma si pone quale avanguardia di un futuro ideale, che affonda le proprie radici nella solida terra della tradizione e dei valori dell’uomo.

Il suo ruolo non è, infatti, di astrarsi dalla realtà, ma semmai di immergersi nelle contraddizioni del mondo moderno, utilizzando i suoi strumenti per demolirne le fondamenta malate, a partire dalle concezioni del denaro, del credito e del lavoro. Da qui il forte interesse di Pound verso l’economia, poiché da essa può ricominciare un discorso molto più ampio sul ruolo degli Stati nazionali e sui meccanismi vitali dell’essere umano.

La sua concezione di una moneta liberata dal giogo delle banche e restituita alla naturale funzione di strumento di scambio che nasce da una convenzione sociale è la possibilità per restituire allo Stato la sovranità monetaria perduta, togliendo al sistema bancario l’humus che lo nutre e che lo ha trasformato in ingranaggio primario per la dittatura della finanza. 

La critica di Ezra Pound è attualissima e forse è proprio per la sua estrema attualità che da alcuni anni ha cominciato a far presa sulle coscienze più libere e meno sensibili ai richiami dell’ideologia bancaria. Leggendo Pound ci si trova davanti a un vero e proprio manifesto spirituale di alternativa economica, sociale, poetica, ma soprattutto esistenziale, scritto da chi, leggendo la realtà, ha saputo comprendere quale sarebbe stata la successiva evoluzione del sistema, al cui vertice c’è la banca che, emettendo moneta mediante un prestito, non fa altro che trasformare i cittadini da proprietari in debitori e dunque in schiavi.

mercoledì 4 maggio 2016

Le piante APPRENDONO e ricordano come noi

Le piante imparano. E ricordano. Niente punti interrogativi alla fine di queste frasi, perché non si tratta più di teorie, ma dei rivoluzionari risultati di un esperimento internazionale a guida italiana, condotto al Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (Linv) dell'Università di Firenze in collaborazione con l'University of Western Australia e pubblicati pochi giorni fa dalla rivista scientifica «Oecologia».

L'esperimento, durato tre mesi, è stato condotto da Monica Gagliano con Stefano Mancuso (direttore del Linv), Michael Renton e Martial Depczynski su piante di mimosa pudica, un arbusto che ha la caratteristica di chiudere rapidamente le foglie quando queste vengono toccate o stimolate in altro modo.

«La domanda iniziale era semplice – spiega Gagliano,  ecologa evoluzionista, nata a Torino ma trasferitasi in Australia per le sue ricerche –, le piante possono apprendere come fanno gli animali? La cosa difficile invece è stata capire come impostare l'esperimento, dato che nessuno aveva mai studiato prima niente di simile. Alla fine abbiamo deciso di applicare alle piante il modello che si usa per gli animali, dove l'apprendimento e la memoria sono già studiati da molti anni: i comportamenti che volevamo verificare erano in fondo gli stessi, quindi sarebbe stato forzato e poco chiaro usare per le piante strumenti diversi da quelli già esistenti e messi a punto per lo studio dell'apprendimento animale».

Semi di albicocca? Avvelenamento da cianuro

Consumare semi di albicocca può essere estremamente pericoloso, secondo quanto stabilito dall’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare. Il fatto alimentare riporta la notizia del parere espresso dall’agenzia, dopo che la Commissione europea aveva chiesto un parere scientifico a riguardo.

L’Efsa ha stabilito che per un adulto bastano tre semi di albicocca di piccole dimensioni o mezzo seme grande per superare i limiti di sicurezza. Corrono un rischio maggiore i bambini per cui basta un seme di piccole dimensioni.

I semi di albicocca contengono una molecola, l’amigdalina. Se i semi vengono mangiati, questa molecola entra in contatto con alcuni enzimi che la trasformano in cianuro. Ogni grammo di amigdalina, infatti, rilascia 59mg di cianuro per cui l’avvelenamento può avere conseguenze mortali.

Cruciani vs Scanzi: “Non sai un cazzo, sei un deficiente. Sei come Casapound”

Sfuriata di Giuseppe Cruciani, durante la sua trasmissione La Zanzara (Radio24), all’indomani delle festività pasquali e della sua polemica con animalisti e vegani.



Nel corso del programma, il conduttore radiofonico replica ai suoi detrattori e cita in particolare il giornalista de Il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi, a cui riserva parole al vetriolo a causa del suo editoriale su FQ Insider in merito alla vicenda. “Non faccio i nomi, anche se li ho tutti qui davanti” – esordisce Cruciani – “ma mi riferisco a tutti quei fenomeni da baraccone i quali professano a parole la ‘non violenza’, eppure mi volevano pugile, cioè mi volevano lì ad affrontare quei 4 pazzi che magari avevano un coltello o un bastone e che volevano picchiarmi nel corso di una trasmissione radiofonica.



Io al vostro livello non scenderò mai e non alzerò mai le mani addosso a uno di questi. Mai“. E menziona Scanzi: “E’ uno che scrive “E Cruciani si stupisce pure”, professa la ‘non violenza’ e poi parla di questi come se fossero ragazzini, senza sapere un cazzo.

Avezzano batte moneta: nasce il “marso”, la rivincita di Giacinto Auriti

I cittadini di Avezzano, grosso centro in provincia dell’Aquila, avranno presto, insieme ovviamente agli euro, un’altra “moneta” nel portafoglio. È il “marso” , che prende il nome dagli antichi abitatori del vasto territorio in  cui sorge Avezzano: i Marsi, appunto.

Tecnicamente, il marso è un buono locale che serve a ottenere uno sconto (dal 5 al 30 per cento) negli esercizi commerciali aderenti al progetto. In pratica, il minor prezzo di un bene  è compensato dal buono. Poiché il marso è destinato, nelle intenzioni, a circolare nel  territorio di Avezzano ed ha pertanto un, seppur limitato, valore di scambio, il “buono” diventa a tutti gli effetti moneta, accrescendo in tal modo, vedremo di quanto, la circolazione delle merci in ambito locale.

Kuwait: test del DNA a tutti

KUWAIT – TUTTI I VISITATORI E TURISTI ORA DOVRANNO SOTTOPORSI A UN TEST DEL DNA ED ESSERE CONTRASSEGNATI PRIMA DI AVERE IL PERMESSO DI ENTRARE NELLO STATO DEL GOLFO PERSICO.

Con la nuova legislazione che entrerà in vigore da questo anno, le autorità potranno prelevare tracce di DNA a tutti coloro che desiderino entrare nel Paese.

Il Governo del Kuwait afferma che il test forzato del DNA non influenzerà le libertà civili e personali e la privacy dei cittadini ma sarà fatto per tenere traccia di coloro che si muovono all’interno della Nazione e per aiutare le forze dell’ordine nello scovare coloro che commettono reati.

Turisti e visitatori saranno sottoposti alla prova del DNA in aeroporto; si vedranno prelevare tracce di DNA che le autorità acquisiranno attraverso campioni di saliva o di alcune gocce di sangue.

I dati del relativi il DNA prelevato, saranno inseriti in un apposito centro presso l’aeroporto internazionale del Kuwait e, per tutti coloro che si rifiuteranno di effettuare il test obbligatorio, ci saranno “conseguenze”.

Giuseppe Cruciani: che vita dura essere una Zanzara

Fenomenologia del provocatore a ogni costo: ogni santo giorno, quando non ci sono i Buonanno da spremere e un Barca non è caduto in uno scherzo, Cruciani si arrabatta come può



di Andrea Scanzi

Ogni mattina, a Milano, Giuseppe Cruciani si sveglia e sa che dovrà spararla sempre più grossa o non finirà su Dagospia. Lo ascolti su Radio24, all’ora in cui gli automobilisti arrivano al casello di Carisio e vogliono ridere, e percepisci il suo dramma. Dirgli che è volgare, oltre a lusingarlo, è cosa assai banale. Cruciani è il primo a marciarci.


domenica 1 maggio 2016

JP Morgan : “Bisogna distruggere le Costituzioni degli stati europei”

NEW YORK (WSI) – Gli economisti del gigante finanziario americano JP Morgan lo dicono senza troppi fronzoli ai governi europei: “Dovete liberarvi delle vostre costituzioni sinistroide e anti fasciste”.

Lo si legge in un documento di 16 pagine clicca qui  in cui vengono elencate le modifiche da apportare nell’area euro per riuscire a sopravvivere alla crisi del debito.

Oltre alla parte sul buon lavoro fatto sin qui, la sezione piu’ interessante riguarda il lavoro che resta ancora da fare in termini di deleveraging delle banche e di alleggerimento del debito sovrano e delle famiglie.

Le riforme strutturali piu’ urgenti, oltre a quelle politiche, sono secondo la banca quelle in termini di riduzione dei costi del lavoro, di aumento della flessibilita’ e della liberta’ di licenziare, di privatizzazione, di deregolamentazione, di liberalizzazione dei settori industriali “protetti” dallo stato.

Gli autori della ricerca osservano che nel cammino che porta al completamento degli accorgimenti da apportare alla propria struttura politico economica, l’area euro si trova a meta’ strada.

Il segreto di Grillo: era discepolo di Auriti, il professore contro il SIGNORAGGIO

Quando il professor Giacinto Auriti iniziò a parlare di signoraggio bancario, di moneta, di sistema bancario, erano gli anni Settanta, nessuno ne parlava, nessuno sapeva cos’erano.



 Oggi che l’argomento è diventato di pubblico dominio, grazie anche a Beppe Grillo, le teorie economiche del professor Auriti vengono rivalutate.

 Giacinto Auriti, abruzzese doc, professore universitario (fu cofondatore dell’università di Teramo), economista, scrittore, saggista, imprenditore e molto altro ancora, è un poundiano di ritorno, perché partendo dalle considerazioni del grande economista e poeta Ezra Pound ha elaborato una teoria tesa a provare le banche centrali della proprietà della moneta che – secondo Auriti – andrebbe restituita ai cittadini.

 Ma negli anni Settanta e Ottanta l’Europa andava a gonfie vele, l’economia tirava, e Auriti era considerato solo un eccentrico professore che diceva fastidiose cose alternative; in più, era missino convinto, e pertanto a priori non andava ascoltato né valorizzato: su di lui c’era l’anatema dell’intellighenzia antifascista, da lui non poteva venire nulla di buono.

Se Auriti fosse stato un economista e docente universitario schierato a sinistra, nel gregge, sicuramente oggi le sue idee sarebbero state messe in pratica,  probabilmente l’Italia e la Ue sarebbero in condizioni diverse.

Ma così non è andata: la miopia del pensiero omogeneo unico e del politicamente corretto l’hanno avuta vinta sulle idee vincenti e rivoluzionarie di Auriti ( almeno per il momento.. NdR)

Auriti fu docente universitario e scrittore



Eppure in un’intervista del 1999 Auriti dichiarò che un giovane comico, Beppe Grillo, lesse i suoi libri sulla moneta, se ne innamorò, andò a conoscerlo e strinsero un ottimo rapporto: vero o non vero, è però una realtà che da allora in poi Beppe Grillo nei suoi seguitissimi spettacoli iniziò a parlare di signoraggio bancario, di truffa delle banche centrali nei confronti degli Stati sovrani, di moneta e quant’altro, peraltro riscuotendo sempre grandissimi successi.

  Non sappiamo in realtà se Beppe Grillo fu un vero  e proprio discepolo di Giacinto Auriti, come il professore dichiarò, però è certo che il comico genovese ha fatto delle teorie di Auriti il suo cavallo – vincente –  di battaglia, e si potrebbe addirittura pensare che la discesa in campo di Grillo sia l’onda lunga del desiderio di combattere il sistema bancario così come teorizzava il professore di Guardiagrele.

Parisi non sa chi è sant'Ambrogio e si candida sindaco di Milano..

tratto da un intervista de lastampa.it



Giornalista: 'Ultima domanda. Lei è romano: non crede che sia un problema, per un sindaco di Milano?'


Parisi: «Io sono milanese ormai da molti anni. E poi Milano è una città aperta e accogliente. Gli unici che aggiungono sempre “romano” al mio nome sono quelli del Pd. Beh, anche sant’Ambrogio era nato a Roma».

SANT'AMBROGIO NATO A ROMA?!? Quell'Ambrogio? Conosciuto come Ambrogio di Treviri?


marò...


Il romano Parisi si dimostra alquanto sprovveduto per essere uno che si professa milanese da molti anni dato che Ambrogio è nato in GERMANIA!  Non a Roma come afferma il romano Stefano Parisi ma a Treviri, in Germani al confine col Lussemburgo quasi in Belgio.... se questa è la conoscenza che il romano Parisi ha di Milano sono messi bene i leghistiforzistiechipiùnehapiùnemetta che appoggiano questo strano personaggio....




Aurelio Ambrogio (Aurelius Ambrosius), meglio conosciuto come sant'Ambrogio (Treviri,339-340 – Milano, 397) è stato un vescovo, scrittore e santo romano, una delle personalità più importanti nella Chiesa del IV secolo. È venerato come santo da tutte le Chiese cristiane che prevedono il culto dei santi; in particolare, la Chiesa cattolica lo annovera tra i quattro massimi dottori della Chiesa d'Occidente, insieme a san Girolamo, sant'Agostino e san Gregorio I papa.
Conosciuto anche come Ambrogio di Treviri, per il luogo di nascita, o più comunemente come Ambrogio di Milano, la città di cui assieme a san Carlo Borromeo e san Galdino è patrono e della quale fu vescovo dal 374 fino alla morte, nella quale è presente la basilica a lui dedicata che ne conserva le spoglie.


cioè i leghisti milanesi devono votare uno che manco sa chi è sant'Ambrogio?


Messo bene sto Parisi.... bravi leghisti...avete scelto bene.... e poi vi lamentavate di Bertolaso..


E mister felpa Salvini che dice? Bertolaso no ed il ROMANO Parisi si?