mercoledì 20 agosto 2014

ANATOMIA COMPARATA: secondo capitolo del libro sul fruttarismo SOSTENIBILE

                         SINTESI DEL LIBRO 'SPECIE UMANA: progetto 3M'



di Nicolas Cavallucci

L'anatomia comparata (da “anatomè”= sezionare) venne fondata come scienza nei primi anni del 1800 e si occupa di comparare gli apparati (digerente, scheletrico, muscolare, nervoso ecc..) dei diversi organismi, comprendendo così le diverse funzioni delle strutture biologiche.
Affiancando gli studi dell'anatomia comparata, la morfologia funzionale comparata fitozoologica (da “morphos”= forma e da “functionem”= funzione, cioè la funzione della forma di un'organismo vivente o di una sua parte, sia esso vegetale= “phyton” o animale= “zoon”) studia la morfofunzionalità delle strutture di un'organismo vivente inserito nel suo ecosistema specie-specifico per compararle con la funzione delle componenti ecosistemiche attorno a lui.
Volendo partire dalla semplice osservazione dell'istinto; le verifiche istintologiche confermano il fruttivorismo e sopratutto il monotrofismo (dal greco “mono”= unico e da “trophe”= nutrimento, quindi unico nutrimento) malivoro della specie umana.
Ponendo davanti ad un cucciolo di uomo (non ancora assuefatto a cibi non adatti alla sua specie) tutte le categorie di “cibo”, vediamo che cerca ed apprezza solo la frutta ed è attratto e apprezza particolarmente la mela rossa ricca di fruttosio, rifiutando invece verdure, semi, derivati del latte, miele, uova, pesce e carne, con una espressione facciale e mimica tipica del ribrezzo.
Le cronache di bambini allevati dalle scimmie, anche non antropomorfe e quindi parzialmente carnivore, nelle foreste intertropicali, che, una volta ritrovati da adulti godevano di ottima salute e,  come riportato dagli infermieri degli ospedali ove venivano controllati; “rifiutano qualsiasi cosa che non sia frutta” smentiscono l'ipotesi comportamentale per cui un bambino cresciuto tra i carnivori imparerebbe a mangiare carne, dato che in abbondanza di frutta (come nelle foreste intertropicali) il cucciolo di uomo non tocca altro.
Continuando nell'osservazione scientifica l'anatomia comparata dimostra inequivocabilmente il fruttivorismo della specie umana, dato che la struttura anatomica dell'apparato digerente della specie umana è quella tipica dei primati antropomorfi fruttivori (gorilla, scimpanzè, orango e gibbone), i quali in abbondanza di frutta non toccano altro. Infatti gli intestini degli animali carnivori sono lunghi mediamente 3 volte la lunghezza del loro tronco, quelli degli erbivori hanno una lunghezza media pari a 24 volte la lunghezza del tronco, mentre quelli degli animali fruttivori hanno una lunghezza media pari a 13 volte la lunghezza del tronco, proprio come la specie umana.



I presunti animali “onnivori” come il maiale, hanno una dentatura brachiodonte (da “brachius”=  braccio, perchè la forma dei denti ricorda delle braccia allungate) perfetta per spaccare la struttura durissima delle radici. Da notare che il termine onnivoro non è corretto poiché il suffisso “voro”, si riferisce al sistema digerente e poiché, come stiamo per vedere, non esistono animali onnivori (non può esistere un animale che al tempo stesso è fruttivoro, erbivoro, semivoro, carnivoro ecc.., avendo caratteristiche anatomiche, morfologiche e fisiologiche estremamente diverse se non opposte tra loro), il termine corretto per l'animale (solo l'uomo e gli animali domestici lo fanno) che si ciba di tutte la categorie di “cibo” è onnariano,

la banca centrale cinese proprietaria di grosse aziende italiane ? Fiat, Telecom, Generali.....

La banca centrale cinese al 2% di Fiat-Chrysler, Telecom, Prysmian

La notizia nelle comunicazioni rilevanti della Consob. Partecipazione analoga in Eni ed Enel. Gli investimenti nell’industria, mentre Black Rock privilegia le banche

A conti fatti si tratta di un investimento complessivo di circa 670 milioni di euro considerando la valorizzazione borsistica delle società coinvolte. Un’inezia rispetto 2,1 miliardi messi sul piatto ai primi di marzo quando People’s Bank of China, la Banca centrale cinese, rilevò il 2,1% dell’Eni e il 2,071% dell’Enel. A quelle partecipazioni nei colossi dell’energia controllati da Cassa Depositi e Tesoro ora si aggiungono quote rilevanti (secondo la definizione Consob) di Telecom Italia (2,081%), Prysmian, la ex Pirelli Cavi (2,018%) e Fiat-Chrysler (2,001%), soglia peraltro già comunicata (e commentata anche dal presidente John Elkann) nell’ultima assemblea dei soci al Lingotto.
Allargando il raggio ad altri recenti investimenti cinesi

A cosa servono le scie chimiche ?

di Gianni Lannes

Il campo della mente umana è stato socialmente ristretto da chi detiene il potere, così come è stata azzerata la nostra libertà.
Una spedizione scientifica in Antartide (due istituti francesi: il Laboratorio di Geochimica Isotopica e il Laboratorio di Glaciologia, unitamente all’Istituto di Ricerche Climatiche di Leningrado) ha scoperto il clima degli ultimi 1600 secoli, non oggi, bensì 27 anni fa. Ma questa scoperta è rimasta in ombra perché ridicolizza la teoria imposta dal sistema di potere del riscaldamento causato dal sedicente buco dell’ozono. In realtà, Gaia va incontro ad una prossima glaciazione.
Infatti, nel 1987 un gruppo di scienziati russi e francesi ha ricostruito il clima degli ultimi 160 mila anni e le variazioni registrate fra l’ultima e la penultima glaciazione, che sarebbero state provocate dal mutamento di inclinazione dell’asse di rotazione terrestre.
I dati provengono dall’analisi di campioni estratti con una perforazione profonda due chilometri nei ghiacci antartici presso la stazione di Vostok.
Il lavoro pubblicato su Nature, conferma l’ipotesi secondo cui i periodi glaciali sarebbero dovuti ad una variazione dell’asse di inclinazione terrestre.
Nel passato l’ambiente del pianeta Terra

Cronologia dei dogmi: come la Chiesa inventò il Cattolicesimo..

Qualsiasi struttura di potere rimane tale solo se ha un ampio consenso tra la popolazione. Sembrerà paradossale, ma anche il potere, se non riesce più a contrastare le forze innovatrici è costretto ad adattarsi per sopravvivere. La religione si è dovuta adeguare alla morale sociale della maggioranza o rischiare l'abbandono di massa. A dimostrazione di questo si può vedere come i dogmi della Chiesa, i pilastri su cui fonda il credo Cattolico, ritenuti dai fedeli espressione di un volere divino, sono in realtà soggetti ai tempi e alle opinioni umane:

 375 - Mentre i primi cristiani veneravano solo Dio, la Chiesa introdusse il culto dei SANTI e degli ANGELI, per compiacere le tendenze politeiste del popolo.

 431 - Il Concilio di Efeso, sulla base di forti pressioni popolari che "reclamavano" per l'assenza di "divinità femminili" nel Cristianesimo, proclamò MARIA "Madre di Dio". Tale rassicurante e superstiziosa venerazione colmava il "vuoto" lasciato dalle varie Dee della religione pagana.

 593 - Il vescovo di Roma Gregorio Magno "inventa" il PURGATORIO. Questa leggenda permetterà alla Chiesa, per molti secoli, fino a tutt'oggi, di "vendere" suffragi, indulgenze, "promozioni" in paradiso.

 788 - La chiesa cattolica adotta ufficialmente l'adorazione della croce, delle immagini e delle reliquie dei santi. I primi cristiani, proprio come gli ebrei, consideravano IDOLATRIA ogni pratica di questo tipo, poiché il secondo dei famosi DIECI COMANDAMENTI di Mosè proibiva il culto delle immagini, e ciò poteva turbare i sinceri devoti, la chiesa MODIFICO' addirittura la lista dei dieci comandamenti, CENSURANDO il secondo e dividendo i 2 l'ultimo.

 995 - Giovanni 14° introduce la "canonizzazione dei santi". Nel Nuovo Testamento il termine "santi" si riferisce a TUTTI I MEMBRI della comunità. Paolo conclude le sue lettere con la tipica espressione "un saluto a tutti i santi". Si potrebbero fare molti altri esempi. L'idea che essere "santo" sia una condizione pressoché IRRAGGIUNGIBILE per le persone comuni ha una precisa funzione POLITICA in quanto avvalora l'idea di una società GERARCHICA, dove i poveri, i semplici e gli umili possono soltanto sottomettersi ai "potenti" (sia del Cielo che della... Terra!) ed invocare la loro MISERICORDIA piuttosto che reclamare GIUSTIZIA!

 1079 - papa Gregorio 7° introduce il CELIBATO DEI PRETI. Prima di allora infatti i preti potevano sposarsi ed aver figli che ereditavano il patrimonio del genitore.

 1215 - Papa Innocenzo 3° proclama il "dogma" della TRANSUSTANZAZIONE. Ovvero, il pane dell'eucarestia (in seguito ostia) cessa di essere un semplice SIMBOLO della COMUNIONE per diventare "vero corpo e vero sangue" di Gesù.

 1215 - Nello stesso anno in cui fu introdotta la "transustanzazione", Innocenzo 3° rese OBBLIGATORIA la cosiddetta "confessione auricolare" ovvero quella fatta all'orecchio del prete

domenica 17 agosto 2014

MACFRUT 24-25-26 SETTEMBRE 2014 - CESENA


Mercoledì 24 settembre 2014
Giovedì 25 settembre 2014
Venerdì 26 settembre 2014
Orario manifestazione: 9.30 – 18.00

Ingresso
Per il mantenimento dello standard professionale, MACFRUT è aperto agli operatori specializzati.
L’ ingresso alla manifestazione è gratuito

Pertile a 40 anni 7° nella maratona dopo aver aiutato la medaglia d'oro Meucci

Terza medaglia azzurra agli Europei! L'atleta pisano scappa al 35°km e se ne va prendendo una medaglia splendida. Commovente Pertile, settimo a 40 anni dopo aver aiutato Meucci

sabato 16 agosto 2014

Le mestruazioni sono comuni: ma sono necessarie?

A cura di Manuela Piras – 2 febbraio 2009

La donna primitiva Le ricerche della dottoressa ginecologa Pelotti espongono quanto segue:
“Quando una donna ha mastodinia, dolore al seno, pensa che é normale, specie se ciò avviene prima della mestruazione, non va a pensare che il dolore é legato ad una infiammazione intestinale, e non verifica che più cereali e amidi mangia più il seno si gonfia e fa male. La donna primitiva, che seguiva le leggi della natura, non aveva la sindrome premestruale, non aveva dolore mestruale, aveva una mestruazione scarsissima, una goccia di sangue, non portava il pannolone e non aveva male al seno, e qualora avesse avuto male al seno avrebbe collegato il dolore ad un cibo sbagliato che avrebbe provveduto a non ingerire più.”

Le mestruazioni e l’ovulazione sono processi differenti tra loro
L’ovulazione nella donna sana avviene senza mestruazioni. Queste, se avvengono in coincidenza dell’ovulazione non sono normali. L’astenia (debolezza) dei muscoli addominali contribuisce alla condizione emorragica delle mestruazioni che la donna sperimenta mensilmente. Dopo l’ovulazione, si verifica un ispessimento della mucosa che riveste l’utero (endometrio), dovuto alla preparazione al concepimento. Se questo non avviene, l’ispessimento si sfalda. Nella donna debole e tossiemica tale sfaldamento si accompagna ad un’emorragia dei sottili capillari che, attendevano l’eventuale concepimento. Nella donna sana il rivestimento mucoso si trasforma soltanto in una leggerissima perdita di muco, e la fitta rete di capillari si limita a diradare finchè, a seguito della successiva ovulazione, non si riproponga una nuova preparazione al concepimento.
La normale funzione ovulatoria non cessa con il cessare delle mestruazioni.

Gli animali mammiferi come l’uomo, hanno il ciclo?
Gli animali selvatici non hanno mestruazioni ma sono soggetti al periodo stagionale degli accoppiamenti, conosciuto come fregola, calore o estro, che di solito si verifica una o due volte all’anno, in primavera o in autunno (…). Sottoposti a condizioni di addomesticamento o di cattura, in allevamento o negli zoo, questi periodi sessuali diventano più frequenti e la congestione sanguigna nei genitali che accompagna questi periodi diventa più intensa, fino a manifestarsi come emorragia mestruale. La maggioranza degli osservatori oggi, conviene che la causa delle mestruazioni negli animali domestici è il cibo che ricevono dall’uomo.
Quando questi animali sono nutriti con naturali piante fresche che normalmente mangerebbero in natura, la mestruazione cessa.

Cosa accade nel nostro corpo

Cosa sono gli estrogeni Sono gli ormoni sessuali predominanti nelle donne e sono responsabili delle caratteristiche femminili, compreso il seno, le varie curve e la distribuzione del grasso.
Se ne conoscono di tre tipi: l’estradiolo, l’estrogeno e l’estrone. Più presenti o meno in base al periodo della vita preso in considerazione.

Come si formano gli ormoni estrogeni Due terzi della produzione di estrogeni nel corpo della donna avvengono a livello del tessuto adiposo attraverso l’AROMATASI, un enzima, che converte gli ANDROGENI prodotti dalle ghiandole surrenali in estrogeni.
Questa conversione nelle ghiandole surrenali avviene grazie ai lipidi.

Cosa provoca l’aumento dell’ormone estrogeno
Ci possono essere diversi motivi, i principali sono:
1. La somministrazione di farmaci, soprattutto della pillola anticoncezionale.
2. L’ingestione, attraverso la dieta, di quantità di grassi estratti e concentrati, come ad esempio: burro, panna, olio extravergine di oliva, olio di semi, margarina, lardo, strutto, olio di lino, di girasole, ecc..

Anche se l’olio d’oliva o il burro d’arachidi sono migliori rispetto al grasso di pollo o di vitello per quanto riguarda i problemi di colesterolo, quello che qui ci interessa è l’effetto sugli ormoni, e tutti i grassi – animali e vegetali – devono essere evitati, perché tutti provocano un eccesso di produzione di estrogeni da parte dell’organismo.

3. Il consumo di prodotti di origine animale, compresi latte scremato e uova. Salse per insalate, patatine fritte, chips, burro, margarina, oli per cucinare ed il grasso presente in molti biscotti e pasticcini sono prodotti ricchi di grassi e in gran parte contenenti ingredienti di origine animale.

Quanti ormoni estrogeni la donna oggi ha in circolo nel proprio corpo
Se si alimenta come una perfetta occidentale ne avrà in quantità eccessive.

Come si può far ritornare a livello naturale l’ormone estrogeno
Almeno in alcuni soggetti, le diete che eliminano i prodotti animali e mantengono i grassi vegetali a valori minimi, provocano la marcata riduzione del dolore mestruale,

vaccino esavalente: casi di autismo omessi intenzionalmente dall’azienda produttrice

 vaccino esavalente Infanrix Hexa: casi di autismo insorti durante i trial clinici omessi intenzionalmente dall’azienda produttrice

A cura di Gabriele Milani
Tratto da www.autismovaccini.org

A dicembre 2012 divulgammo il contenuto di un corposo documento confidenziale della ditta GlaxoSmithKline produttrice del vaccino esavalente illegale che viene somministrato, come vaccinazione primaria, a pochi mesi di vita ai nostri figli e, come vaccinazione di richiamo [booster] tra i 12 e i 24 mesi di vita.
Considerato che da più parti, Ministro della Salute in testa, proseguono i soliti messaggi di promozione, secondo cui “non bisogna avere paura dei vaccini“, anzi “occorre farli in massa, come prevede il nostro sistema sanitario” – e il nostro sistema sanitario prevede l’obbligatorietà per soli 4 vaccini anziché per l’esavalente – credo sia opportuno ricordare a codesti “commercianti” ciò che sta emergendo dalle indagini di alcune Procure italiane.

Molti genitori di bambini autistici danneggiati da vaccino proseguono a sentirsi ripetere, fra i tanti slogan, che “non esiste nemmeno un caso di autismo da vaccinazione“. Orbene, la smentita giunge a pagina 591 del documento confidenziale della GlaxoSmithKline; una smentita che più ufficiale non potrebbe essere, essendone autore l’azienda stessa.
A pagina 591 esordisce un lungo elenco riassuntivo, sconcertante per il numero e la varietà delle reazioni avverse, dal titolo: “Cumulative tabulation of all unlisted events from serious unlisted spontaneous reports and all serious unlisted reactions from clinical trial cases reported since launch“

ovvero, “tabulazione sinottica di tutti gli eventi [avversi] da segnalazioni gravi non in elenco e di tutte le reazioni gravi emerse dall’inizio della sperimentazione clinica“.

Nel lungo elenco generale di reazioni avverse, riportate da pagina 591 a pagina 645, compaiono a pagina 625 gli effetti avversi del vaccino sul Sistema Nervoso Centrale, e alla pagina successiva [626] sono finalmente riportati i dati relativi ai Mental Impairment Disorders, altrimenti conosciuti come “Disturbi da ritardo mentale”

Ebola, Kenya chiude le frontiere con Guinea, Liberia e Sierra Leone

Da martedì divieto di ingresso ai viaggiatori in arrivo dai paesi colpiti dal virus, annullati anche i voli. In Liberia l’epidemia si aggrava e in Nigeria medici fuggono da ospedali

Frontiere chiuse per chi arriva da Guinea, Liberia e Sierra Leone. Il Kenya ha deciso di imporre il divieto di ingresso sul territorio a partire da martedì ai viaggiatori in arrivo dai tre paesi dell’Africa occidentale colpiti dal virus Ebola. E sempre da martedì la compagnia aerea nazionale Kenya Airways e e il settore regionale della compagnia Gambia Bird sospenderanno tutti i voli

39 e 38 anni: Daunay e Straneo oro e argento nella maratona agli europei di atletica

La 38enne alessandrina, vice campione mondiale a Mosca 2013, cede nel finale alla coetanea francese Daunay, con cui ha fatto gara di testa dal 30° km. Ottima prova di tutte le azzurre che si aggiudicano la coppa Europa

16 AGOSTO 2014 - ZURIGO (SVI)

 Valeria Straneo, una garanzia. Ci ha fatto sognare l’oro e lla fine nella maratona che assegnava il titolo Europeo ha conquistato l’argento con l’ennesima prova di coraggio e determinazione, di felicità nella fatica. A batterla è stata la francese Christelle Daunay, 39 anni, uno più di Valeria, che ha approfittato del grande lavoro dell’azzurra che, colpo dopo colpo, ha frantumato la resistenza di tutte le altre avversarie. Un argento importante, che testimonia come questa alessandrina che ha scoperto la corsa dopo i trent’anni e che si è ritrovata competitiva dopo l’asportazione della milza, abbia tanto da insegnare a tutto il Paese nella capacità di sacrificarsi per un obiettivo e saper sognare sino a raggiungerlo.

AI MONDIALI — Lo scorso anno la Straneo si era piazzata seconda ai Mondiali di Mosca preceduta allo sprint dalla keniana Edna Kiplagat che la raggiunse al quarantesimo chilometro per staccarla grazie alla maggior velocità. Questa velocità nel finale Valeria non la può costruire all’alba dei 40 anni, ma il suo modo di correre rimane splendido, sempre da protagonista. Perché a Zurigo come a Mosca la Straneo si è messa davanti e ha dettato il ritmo

I veleni presenti nelle sigarette....


In ogni "bionda" sono contenute almeno 400 componenti tossiche e 40 dichiaratamente cancerogene. Ne abbiamo selezionate 10, con i relativi effetti sull'organismo.

Alcune delle sostanze nocive contenute nelle sigarette: oltre a quelle elencate qui sotto, anche acido acetico, metanolo, acido stearico, butano, examina, metano e toluene.
  
Non è necessario essere fumatori incalliti per iniziare ad avvertire i primi danni da sigaretta. Le componenti cancerogene delle "bionde" - in particolare gli idrocarburi policiclici aromatici, come il benzene - entrano in circolo nel nostro corpo a partire da 15-30 minuti dal primo tiro. 

Delle circa 4 mila le sostanze chimiche presenti in questi prodotti, 400 sono tossiche e almeno 40 notoriamente cancerogene. Ma poiché ogni sigaretta contiene anche - in media - 0,8 mg di nicotina, una sostanza che genera dipendenza, smettere di avvelenare il nostro corpo è particolarmente difficile.

Ecco un elenco di alcuni "ingredienti" tossici presenti in ogni pacchetto,

venerdì 15 agosto 2014

Fauja Singh, il maratoneta vegetariano centenario

Partecipa a una maratona a 100 anni e viene inserito nel Guinnes dei Primati.

Nell'ottobre 2011, e' stata diffusa la notizia sul sito della PETA "Un centenario vegetariano raggiunge un record nella maratona":
Fauja Singh e' stato inserito nel Guinnes dei Primati dopo aver completato la maratona "Scotiabank Toronto Waterfront Marathon", diventando il partecipante piu' anziano di tutti i tempi, a 100 anni. Singh, chiamato il "tornado con il turbante", cita anche la sua dieta vegetariana come fattore chiave per l'incredibile energia che l'ha fatto arrivare nel Guinness dei Primati. Ed e' la prova vivente che non e' mai troppo tardi per passare a una dieta a base vegetale, fonte dei benessere e salute.

Riportiamo di seguito

È l’anno di «Airbnb»: così gli italiani hanno scoperto il piacere di affittare il proprio appartamento

di Andrea Marinelli

Lo scorso marzo Giulia Zeetti, attrice di teatro di 32 anni, è partita in tournée con il suo spettacolo «L’uccello di fuoco». Prima di mettersi in viaggio, per risparmiare sulle spese, ha cercato su Airbnb un alloggio che potesse ospitare i quattro membri della compagnia durante le tappe. «A Napoli ci avevano consigliato un albergo in periferia, ma la zona non ci piaceva», racconta al Corriere tenendo in braccio Dario, il figlio di sei mesi che spesso la accompagna in tournée. «Su Airbnb abbiamo trovato invece un appartamento in centro, abbastanza grande da ospitarci tutti. La padrona di casa era una ballerina e amava il teatro. Abbiamo scoperto conoscenze comuni, ci siamo scambiate consigli ed è anche venuta allo spettacolo. Mi piace trovare un’accoglienza calda: sembra di tornare al tempo delle compagnie di giro che venivano ospitate nelle case». Sulla piattaforma Giulia mette anche in affitto la propria casa di Perugia per arrotondare

MCDONALD'S COSTRETTA A PUBBLICARE LA LISTA DEGLI ADDITIVI TOSSICI: DA FILM HORROR




McDonald’s ha svelato (diciamo che è stata costretta a farlo) la lista integrale degli ingredienti contenuti nelle sue preparazioni in Svizzera. Una lista in cui figurano ingredienti chimici cancerogeni, allergici, reprotossici e neurotossici.

A causa delle diverse legislazioni alimentari, i prodotti McDonald’s non sono fabbricati allo stesso modo in ogni paese. La situazione peggiore è in Canada e negli Stati Uniti, dove la legislazione alimentare permette l’utilizzo di additivi proibiti in Europa.

Malgrado norme europee più restrittive, basta guardare la lista dei prodotti tossici usati nei McDonald’s in Svizzera per rendersi conto che molto dovrebbe ancora essere migliorato.

Polydimethylsiloxane (E900)

Questo additivo è presente nei croccanti filetti di pollo, nelle porzioni di filetto di pesce, nel MacPoulet, junior al pollo, nelle McCrocchette di carne bianca, nelle patate fritte, nella Coca cola light.

Tossicità : Il E900 è un additivo la cui tossicità è stata dimostrata e che

Jacques Attali: 'abbiamo minuziosamente “dimenticato” di includere l’articolo per uscire da Maastricht'

Attali, Padre Fondatore Dell’Euro: “Abbiamo Fatto In Modo Che Uscire Dal Trattato Di Maastricht Fosse Impossibile”



Jacques Attali è uno dei padri fondatori dell’Unione europea e dei Trattati europei. Il  “visionario” tecnocrate è un ex banchiere francese, economista di Mitterrand e Sarkozy, grande amico di Massimo D’Alema che, come il sicario economico Georges Soros, gioca anche a fare  il filantropo e il  sociologo, nonché lo scrittore. E’ anche l’ideatore e

Falcao era dell'Inter, ma Andreotti alzò il telefono...

Estate 1983: l'affare era praticamente definito, saltò per l'intervento dell'onorevole, grande tifoso della Roma, che convinse Fraizzoli

TRATTATIVA
Siamo nel giugno del 1983, la Roma ha appena vinto lo scudetto e rischia di vedersi portare via l’uomo simbolo, l’ottavo re, Paulo Roberto Falcao. Il brasiliano, dalla casa di Porto Alegre dove si trova in vacanza, parla già da ex: "Lasciare Roma è stato un trauma", dice. Il presidente giallorosso Dino Viola incassa questa dichiarazione con l’abilità di un pugile, sa che tante squadre vogliono il suo gioiello, ma nessuna ha firmato un accordo con la Roma, quindi esiste ancora un margine di manovra

giovedì 14 agosto 2014

Miracolo Pavey: oro a 41 anni agli europei di atletica!!



Si è conclusa la prima giornata di gare a Zurigo (Svizzera) dove si stanno disputando gli Europei di atletica leggera. Assegnati i primi due titoli. L’Italia sorride con Libania Grenot, poi così così.

 Jo Pavey immortale! A quasi 41 anni (le nuove candeline arriveranno solo il 21 settembre) si laurea Campionessa d’Europa sui 10000m. Dopo l’argento a Helsinki 2012, dopo aver rappresentato il suo Paese per ben quattro volte alle Olimpiadi (dal 2000 al 2012), con un fresco parto alle spalle, la mamma britannica arriva alla più grande gioia della carriera, uno dei miti nazionali dell’atletica leggera.

La gara

Il capitano Vizzoni a 41 anni in finale nel lancio del martello agli europei di atletica!

Nuova impresa del quasi 41enne capitano della nazionale italiana di atletica, Nicola Vizzoni.
 Il finanziere di Marina di Pietrasanta si è qualificato per la finale del lancio del martello degli Europei di Zurigo. Per lui, che fu argento nella gara dell'Olimpiade di Sydney 2000, si tratta della 12esima finale internazionale della carriera, che oggi ha ottenuto raggiungendo la misura di74,26.

«È dal 2000 che vado sempre in finale

mercoledì 13 agosto 2014

Non usare shampoo migliora i capelli



Viviamo in un mondo ossessionato dai capelli: l’industria dei prodotti per capelli vale 38 miliardi di dollari all’anno e cresce del 7% all’anno. Sembra quindi che pur di tenere i nostri capelli lucenti e in ordine siamo disposti a comprare qualsiasi prodotto. Tuttavia, scrive il Telegraph, c’è un movimento “underground” secondo cui il segreto per avere capelli più belli consiste nel non utilizzare alcun tipo di shampo.

Sostituire shampo e balsamo con estratti naturali o semplicemente con l’acqua

McLaren: svelato il «mostro» P1 GTR



Il concept del costruttore inglese verrà mostrato il 15 agosto al Pebble Beach Lodge. Studiata per la pista, entrerà in produzione nel 2015: 986 cavalli, 2,5 milioni di euro

di Savina Confaloni

Basta il nome a far capire quanto la nuova McLaren P1 GTR design concept sia significativa per il costruttore inglese, considerando che il primo uso della sigla GTR risale alla vittoria nel 1995 di una McLaren F1 GTR alla 24 ore di Le Mans. Fatta appositamente per assecondare le esigenze più estreme dei proprietari di McLaren P1, la produzione di questa vettura studiata appositamente per la pista è prevista a partire dal 2015,

Frutta «brutta»: è buona lo stesso In Francia ora si recupera

In base alle norme europee non ha mercato e quindi finisce direttamente dal campo alla discarica. Ma è perfettamente commestibile

di Elena Comelli

Con 1,3 miliardi di tonnellate di cibo che finiscono buttate ogni anno nel mondo (un terzo della produzione agricola globale), stupisce l’inerzia dell’industria alimentare sul problema degli sprechi. Ma non tutti stanno con le mani in mano. La catena di supermercati francesi Intermarché si è buttata a capofitto nella missione di porre un argine a questo scandalo. Con una campagna a tappeto sulla verdura e la frutta «brutta», Intermarché ha lanciato sulle tavole francesi la moda del recupero di quei vegetali che in base alle norme europee non hanno mercato e quindi finiscono direttamente dal campo alla discarica, pur essendo perfettamente commestibili, quanto le loro sorelle più in forma.

Frutta e verdura «brutta»
Carote bitorzolute, cetrioli troppo ricurvi, melanzane deformi vanno a ingrossare un esercito di 300 milioni di tonnellate di frutta e verdura sana che ogni anno vengono buttate dalle aziende agricole europee, perché non rientrano negli standard Ue. Attenzione, qui si tratta solo di criteri estetici, non si parla di contenuti nutrizionali, del sapore o del grado di maturazione di un prodotto agricolo e questa è la ragione per cui sugli scaffali dei supermercati si trovano milioni di pesche perfettamente tonde e colorate, ma saporite come un pezzo di cartone. Dunque,

lunedì 11 agosto 2014

MISS APPLETARIAN YANA LOUIS ( YANA LOUIS E LE MELE )

An apple a day is the fitness mantra of this lady, who lives only on apples and keeps other food completely at bay.

Yana Louis (46), a ballet dancer and yoga trainer from London and now settled in Bangalore, has been living on apples for the past twenty years. "She doesn't eat any food items as we do," said Sarvana Dhanpal, Yana's friend. "She is doing it for the past two decades. She believes that this habit keeps her healthy."

  Yana strictly believes in the adage an apple a day keeps the doctor away. She quit eating cooked and processed food at the age of 26 and has been living only on fruits since then. According to her, such foods are hard to digest and contribute little nutritionally as they contain synthetic chemicals and added flavours. Yana, however, occasionally

Armando D'Elia ed il fruttarismo



Ho unito gli stralci più rivoluzionari, che condivido pienamente, tratti dal testo “Miti e realtà dell’alimentazione umana” (versione integrale) di Armando D’Elia.
L’autore dimostra una ineguagliabile capacità nel chiarire i principi scientifici di: monotrofismo, principio di minima energia, fruttarismo della specie umana, fabbisogno proteico della specie umana. Un’ultima cosa: grazie Armando!

Pag. 101
Il concetto di sinergia

E’ di importanza basilare la seguente considerazione: se la natura ha messo assieme diversi principi nello stesso alimento, vuol dire che ciò era nell’interesse dell’animale al quale quell’alimento era destinato.Evidentemente l’optimum dell’effetto trofico si poteva avere solo grazie a quella sinergia da “compresenza”.
Si può affermare che, in linea generale, i sistemi biologici sono tutti dei “sistemi sinergici”.

La completezza nutrizionale degli alimenti naturalmente adatti all’uomo
Solo gli alimenti naturalmente adatti all’uomo contengono tutti e sette i cosiddetti “principi alimentari”; conseguentemente non c’è, si può dire, nessuno di tali alimenti che non possa dirsi “completo” ed atto a mantenere in vita anche chi eventualmente dovesse nutrirsi, per necessità o per libera scelta, esclusivamente e solo di esso.
Facciamo qualche esempio: Alan Saury ci informa che c’è chi, lavorando sodo, si ciba solo di mele da vent’anni, ricavandone salute di ferro ed ottimo umore

domenica 10 agosto 2014

MILANO: Clinica gratis per animali

di Paola D’Amico

L’imminente nascita della «Clinica-Casa degli Animali» scatena la dura opposizione di Ordine dei veterinari, Enpa e Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari) e associazioni animaliste. La clinica, nei piani del Comune, dovrebbe sorgere a Bruzzano: 200 metri quadrati in via Senigallia, in un piano terra con grandi vetrate, concesso a canone zero per tre anni a chi investirà e si dedicherà a curare gratis gli animali di milanesi indigenti. Qualcosa, però, non torna. La presidente dell’Ordine, Carla Bernasconi, che con i rappresentanti di categoria ha più volte incontrato l’amministrazione, spiega: «Volevamo la certezza che la struttura sia dedicata solo alle fasce di indigenti, ma nel bando non è affatto chiaro

Finale NCAA 1966. Texas Western: il trionfo dell’eguaglianza.

La finale NCAA del 1966 tra Texas Western (oggi rinominata UTEP) e Kentucky è ricordata da tutti principalmente per il suo predominante aspetto razziale che ha ispirato un famoso movie Glory Road basato sulle vicende di quello storico team.
Molto si è scritto ed ancora si scriverà a proposito di quella squadra e delle vicende che accompagnarono il suo trionfo e come spesso accade quando si parla di diritti civili ed integrazione razziale, ci sono versioni contrastanti che rivisitano quella stagione del team del College sito in El Paso, ed alcune di esse smentiscono clamorosamente quanto narrato in Glory Road.

Se molti testimoni di quella famosa partita sono concordi nel riconoscere che quell'evento è stato in un certo senso strumentalizzato per ergerlo a simbolo di un cambiamento nello sport ed in generale nella società americana che sarebbe probabilmente avvenuto naturalmente anche senza di esso, è anche vero che la storia dei sette afroamericani di quella squadra così come appare nel film sembra distante ed avulsa dal movimento per i diritti civili e dalle proteste delle pantere nere impegnati nella battaglia contro la segregazione.
Lunica cosa certa che si può affermare è che quella gara mostrò all'America degli anni 60 come un team con lo starting five interamente composto da neri fosse in grado di sconfiggere un team tutto bianco come era Kentucky, aprendo decisamente le porte dei College ai giocatori di colore.
Prima di allora nessun coach di College Basketball aveva mai cominciato una gara con cinque giocatori neri e quella era la prima volta che a contendersi un titolo NCAA cerano un team completamente bianco ed un altro con uno starting five all black

Diritto all’oblio, tra i link oscurati anche quello su Vallanzasca

Tra le richieste di rimozione inoltrate da Mountain View a Wikipedia anche quella del link al criminale e alla banda della Comasina. Polemica sulla sentenza europea

di Greta Sclaunichra

«Renato Vallanzasca» e la «banda della Comasina» provano a evadere da Wikipedia. Tutta «colpa» del diritto all’oblio: dopo la sentenza della Corte di giustizia europea Google ha ricevuto oltre 90mila domande di rimozione e quindi ha oscurato alcuni link a Wikipedia su determinate ricerche. Wikimedia Foundation, che gestisce l’enciclopedia online, ha diffuso la lista delle pagine per le quali è stata richiesta la rimozione:

sabato 9 agosto 2014

Da economia ad EGOnomia il passo è breve

di Gabriele e Vittorio Magrì per collana eXoterica


Perché il nostro barbiere guadagna tra i 15 ed i 20.000 “euri” all’anno mentre il barbiere di Montecitorio 130.000? Cosa avranno di particolare le argentee chiome dei politici? A quale insostenibile responsabilità vengono sottoposti questi professionisti dell’onorevole cuoio capelluto? Dando per scontato (che poi tanto scontato non è) che questi due lavoratori svolgano con pettini e forbici la stessa identica attività, come si è arrivati a tale discrepanza di trattamento economico?

Sembrerà strano ma la suddetta situazione ed altre innumerevoli barzellette (tratte da storie vere che non fanno ridere nessuno) sono la logica conseguenza di una malattia interiore dell’uomo moderno: l’Ego smisurato. L’Ego di per sé è neutro, né negativo e né positivo

mercoledì 6 agosto 2014

come gli agrumi rovinano lo smalto dei denti .... LIMONE il peggiore

Tutti gli agrumi rovinano lo smalto dei denti, ma a giudicare dai risultati di diversi studi sull’argomento, i danni causati dal limone sono senz’altro i peggiori di tutti e l’accoppiata con lo zucchero per rendere la bevanda più gradevole non fa che acuirne gli effetti nocivi, perché laddove non bastasse l’acido del limone a rovinare lo smalto, ci pensa lo zucchero a dare origine alla placca, macchiando la dentatura e rendendola così meno forte